DA ZERO A DIECI - ZERO A CHI NON CONOSCE IL REGOLAMENTO E DIECI SCONTATISSIMO

15.03.2021 11:35 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
DA ZERO A DIECI - ZERO A CHI NON CONOSCE IL REGOLAMENTO E DIECI SCONTATISSIMO
TuttoJuve.com
© foto di Nicolò Campo/Image Sport

Una vittoria fondamentale per avvicinarsi al secondo posto, che senza la farsa di Juve-Napoli sarebbe già effettivo e sperare ancora di poter riprendere l'Inter, a patto che i nerazzurri finiscano con le gare fortunate come quelle con Atalanta e Torino, dove hanno ottenuto il massimo con il minimo sforzo.

ZERO - alle critiche sull'espulsione di Ronaldo. Utilizziamo le parole di Casarin per far tacere tutti: "Ronaldo? Sono rimasto sorpreso dalla sua entrata su Cragno e sono andato a leggere attentamente le regole: in base a ciò che dice il regolamento il contatto non era assolutamente da rosso, visto che non c'era vigoria e cattiveria".

UNO - come i gol presi, l'unica cosa che non ha funzionato ieri è stata la ripresa con diverse occasioni lasciate ai sardi.

DUE - come il secondo posto che vincendo il recupero sarebbe bianconero, in teoria dovrebbe già esserlo perchè è un scandalo dover giocare Juventus.Napoli.

TRE - come i gol di Ronaldo in trenta minuti, la reazione del campione e la sua rabbia si vede subito e le conseguenze sono chiarissime.

QUATTRO - alla difesa del Cagliari, inesistente nel primo tempo, con i bianconeri che dominano e potevano fare molto ma molto di più.

CINQUE - a Nainggolan, non lotta e perde l'ennesima battaglia contro la Juventus.

SEI - a Bernardeschi, gara da passo indietro rispetto alle ultime uscite, si perde nell'occasione del gol dei sardi.

SETTE -  a Danilo. Gioca a centrocampo e finisce per giocare pure bene, con personalità, insomma, una prestazione che potrebbe risultare utile per il futuro.

OTTO - a Chiellini e De Ligt, gladiatori nel primo tempo, una bella prova, peccato che si perdano Simeone, ma non è colpa loro, l'azione nasce dalla fascia, è li l'errore principale.

NOVE  -  a Chiesa. Due sgroppate delle sue che fanno la differenza, la sensazione sempre e reale che se si accende per gli avversari sono problemi e pure grossi.

DIECI -  a Ronaldo. Ci voleva una prestazione così, non parliamo di ritardi, perchè se segnasse tre gol a partita quando vuole lui non sarebbe umano, non è colpa di Ronaldo se la Juve è uscita dalla Champions, è colpa di tutti, perchè due gol su tre i bianconeri li hanno regalati, più che altro, la domanda è: perchè la Juve non ha giocato e non gioca sempre come il primo tempo di ieri? Ronaldo, ieri semplicemente, devastante.