DA ZERO A DIECI - ZERO A CHI PENSAVA MALE, DIECI A QUEI DUE

20.05.2019 18:30 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
DA ZERO A DIECI - ZERO A CHI PENSAVA MALE, DIECI A QUEI DUE

Una bella festa, molto emozionante, un addio, forse un arrivederci, tante emozioni che condensano otto anni di vittorie e la speranza di non fermarsi a questi successi ma di continuare a lungo anche nella prossima stagione. 

E’ stata una serata bella dove i tifosi hanno dato il giusto tributo a Massimiliano Allegri ed Andrea Barzagli.

ZERO - come i timori che la Juventus non facesse una partita seria con l’Atalanta, non è stata cinica ma comunque ha lottato dall’inizio alla fine rischiando di vincere nel finale.

UNO - come le reti subite e segnate. I bianconeri hanno fatto come al solito una partita a tratti con fasi positive ed altre meno, e’ mancato un po’ di ritmo.

DUE - come i titoli stagionali, l’annata e’ stata buona, poteva essere eccezionale, l’unica pecca è quella di essere arrivati alle fasi calde con tanti infortunati ed alcuni giocatori non in buona condizione.

TRE - o se preferite terzo come il posto in classifica dell’Atalanta, i nerazzurri hanno fatto una grandissima stagione, la migliore della loro storia e se andranno in Champions al posto di una tra Milan ed Inter avranno fatto un’impresa in tutti i sensi. 

QUATTRO - come i candidati italiani di cui si pensa per il dopo Allegri. Nomi di prima e seconda fila, ma una certezza, fare meglio sarà difficile.

CINQUE - come gli scudetti vinti da Massimiliano Allegri, ha ragione Nedved quando dice che quanto fatto in questi anni sarà impossibile da ripetere, qualcosa di unico e straordinario nella storia della Juventus.

SEI - alla prestazione di Cristiano Ronaldo, sbaglia un gol incredibile, vuole segnare ma non ci riesce, ormai Quagliarella resta irraggiungibile, solo una doppietta poteva aiutarlo.  

SETTE - a Cuadrado, regala subito un assist a Ronaldo, sprecato, si impegna e lotta, uno dei migliori. Nell’Atalanta bene Zapata e Ilicic, il primo impegna tutta la difesa, il secondo segna un gol fondamentale.

OTTO - come gli scudetti di Andrea Barzagli, un numero pazzesco, ora resta solo Chiellini come unico possibile autore del nono titolo consecutivo. 

NOVE - a Mandzukic, il gol e’ l’emblema di questo giocatore che ci crede sempre. Segna ancora contro una big, l’anno prossimo sarà fondamentale ma dovrà accettare un ruolo part time, impossibile vederlo spremuto come quest’anno. 

DIECI - a Massimiliano Allegri e Andrea Barzagli, le vittorie sono del gruppo mala festa ieri e’ stata tutta loro. Hanno pianto, si sono abbracciati, si sono commossi ed hanno fatto anche commuovere. Dai presenti allo stadio, nessuna critica ad Allegri, nessun commento negativo, solo tanto entusiasmo e voglia di festeggiare, com'è giusto che sia, 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per essere sempre aggiornato su tuttojuve e sulle ultime news bianconere e di mercato