Beccantini: "Dybala fa meno gol, ha l'aria di uno spreco cosmico. L'etichetta di tuttocampista..."

24.01.2019 13:50 di Rosa Doro Twitter:   articolo letto 11904 volte
Beccantini: "Dybala fa meno gol, ha l'aria di uno spreco cosmico. L'etichetta di tuttocampista..."

Nel suo commento su La Gazzetta dello Sport, Roberto Beccantini ha parlato del nuovo ruolo di Dybala che lo porta a segnare meno: "Un campionato fa, dopo venti giornate, la Juventus di Paulo Dybala e Gonzalo Higuain era seconda a una lunghezza dal Napoli e aveva segnato 49 gol. La Juventus di Cristiano Ronaldo, in compenso, vola: è prima, ha sei punti in più (56 a 50) e ben nove di vantaggio sul rivale deposto, ma anche otto reti in meno (41). Il colpo del secolo ha prodotto un sacco di reazioni, dalla cessione del Pipita all’arretramento del piccolo Sivori, salvo accentuare la dittatura ma non la potenza sotto porta. Il calendario di domenica sera propone Lazio-Juventus, la sfida che, il 3 marzo, accolse nel suo ventre una delle prodezze più strabilianti di Dybala, sintesi di classe (tunnel a Luiz Felipe), wrestling (con Marco Parolo) e precisione chirurgica (bisturi mancino e incrociato da terra, l’avversario addosso e il tempo, era il 93’, non certo galantuomo). Per mettere a suo agio Cristiano, Allegri ha coinvolto Mandzukic e «allontanato» Dybala. Il marziano compirà 34 anni il 5 febbraio, l’argentino 26 il 15 novembre. L’etichetta di «tuttocampista» sa tanto di pillola per lenire i bruciori di stomaco. Anche se, visto che non stiamo parlando di una scienza esatta, in Champions Dybala ha già realizzato 5 gol (tre con Cristiano squalificato, uno con Mandzukic fuori, l’ultimo da panchinaro) e sua maestà è ferma alla folgore anti-United. Quel Dybala che ondeggia e pennella lontano dai tabellini ha tutta l’aria di uno spreco cosmico. Il domatore ci crede, la belva non so. Ed è questo il nocciolo di una mossa in pericoloso bilico tra soluzione e problema".