LA LANTERNA VERDE - La vera stagione comincia adesso… Resettare per non implodere

22.09.2022 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - La vera stagione comincia adesso… Resettare per non implodere

Onestamente, ci si aspettava molto ma molto di più. Dopo un mercato di grandi nomi (sperando che non siano solo tali) e un Allegri con un anno in più di praticantato nel “nuovo calcio”, il popolo bianconero avrebbe voluto vedere una Vecchia Signora tanto arzilla quanto sgamata. Invece, ad oggi, la Vecchia Signora è allettata, con una cartella clinica che non fa ben sperare per il futuro… Come è normale che sia, il colpevole numero uno viene visto in Max Allegri. Indubbiamente, non si è distinto per “meriti sportivi” e, soprattutto, il suo non spiegare tecnicamente le scelte fatte l’ha reso un meme più che un allenatore (bravo quale è)…
Poi ci sono le colpe della società. In tanti cominciano a pensare che Pogba e Di Maria sono belle figurine ma semplici figuranti in campo. A seguire la squadra con tanti giocatori sottotono (Cuadrado ne è l’esempio più eclatante) e un Vlahovic nervoso e litigioso.
Credo che, per non implodere, sia necessario resettare tutto completamente. Far finta che la stagione cominci il prossimo 2 ottobre quando, all’Allianz Stadium, si presenterà il Bologna. Quella, nella mente di allenatore, squadra e tifosi, dovrebbe essere vista come la prima partita della stagione 2022/23. Un palliativo? Forse ma anche un’occasione per guardarsi tutti negli occhi e capire che, con questo modo di fare, si rischia di vivere un’annata da film horror in stile Sam Raimi…
Sono del partito che cambiare ora Allegri sarebbe un rischio enorme. Ho letto e sentito di tutto sul suo possibile erede. Ai tifosi piacerebbe Montero… Adorato per anni quando, in campo, si faceva sentire ma, probabilmente, deve ancora farsi le ossa prima di fare questo gran balzo, no? Non c’è il rischio di un Pirlo bis? Altri spingono per Tuchel, appena “salutato” dal Chelsea. Oltre al costo proibitivo, siamo sicuri che abbia le carte in regola per ambientarsi al calcio italiano? Mi pare uno piuttosto cocciuto nelle sue idee… Poi ci sono quelli che sognano (da sempre) Zidane e quelli che credono nel saggio Ranieri… Io ci butto lì anche Bielsa e siamo a posto…
No, Allegri non può e non deve essere cambiato in corsa. Se c’è una chance di reagire e ritrovarsi, a mio parere, è solo con Allegri a guidare questa tribolata squadra. Devono fare tutti quadrato, ripartire da zero e dimostrare che quel logo sulla maglia ha un valore per ognuno di loro. Io ci credo e, a partire dalla sfida con il Bologna, inizierò la mia nuova stagione bianconera…