LA LANTERNA VERDE - Il mercato di gennaio non è (quasi) mai la soluzione… Giuntoli lo sa perfettamente, infatti…

07.12.2023 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Il mercato di gennaio non è (quasi) mai la soluzione… Giuntoli lo sa perfettamente, infatti…

Ogni giorno vengono pubblicate indiscrezioni (la maggior parte presunte) che raccontano dell’interesse della Juventus per una moltitudine di giocatori. Giuntoli, se si dovesse dar credito a tutte le notizie di mercato legate ai bianconeri, avrebbe un’agenda di impegni talmente fitta da doversi replicare per non saltare qualche appuntamento. Chiaramente, tutto va filtrato… Indubbiamente, Giuntoli, se ci sarà la “grande occasione”, un colpo di mercato lo farà, presumibilmente a centrocampo (visti le perduranti assenze di Pogba e Fagioli) ma, è questo deve essere chiaro a tutti, il mercato di gennaio non è (quasi) ma la soluzione…
La storia insegna che, sempre focalizzando l’attenzione alle mosse invernali della Vecchia Signora, non sempre è andata benissimo. La lista di giocatori acquistati a gennaio che hanno disatteso le aspettative è lunga. Cito qualche nome a casaccio: Rincon, Anelka, Peluso, Esnaider, Osvaldo ma anche i vari Stendardo o Paolucci… Insomma, ce ne sarebbero di nomi da fare…
E’ altrettanto vero che, a volte, i colpi sono stati di tutto rispetto. Anche in questo caso, è sufficiente fare qualche nome: Davids (dal Milan alla Juventus nel 1997, una vera grazia). Un certo Barzagli, arrivato dalla Germania, nell’inverno del 2011, e diventato un perno della difesa bianconera. Nella stessa finestra di mercato, citerei anche Matri, attaccante che si è fatto valere in bianconero. E non dimentico il talismano Padoin… Forse andrebbe citato anche Vlahovic ma, probabilmente, per sapere se sia stato o meno un affare, bisogna attendere ancora un po’.

Sicuramente è costicchiato più degli altri appena citati…
Quindi, non è impossibile fare buoni affari a gennaio ma serve la giusta occasione e, soprattutto, il giusto prezzo. Il rischio di investire tanti soldi perché obbligati a portarsi a casa qualcuno è sempre molto elevato, in particolare se, chi cerca rinforzi, è la Juventus. Per fortuna, Giuntoli è una vecchia volpe del mestiere che sa, come alcuni suoi illustri predecessori in bianconero (Moggi e Marotta su tutti), come ci si comporta sul mercato.
Onestamente sono molto curioso di vedere come si muoverà Giuntoli. Da un lato, la proprietà gli ha chiesto di rimettere in sesto i conti. Dall’altro lato, ovviamente, c’è la volontà di dare ad Allegri più risorse possibili per arrivare tra le prime quattro e, magari, lottare per lo Scudetto il più a lungo possibile. Chiudo con una riflessione polemica: tutti ormai si lamentano per i (presunti) torti arbitrali (e/o del VAR). Ad ogni triplice fischio finale, c’è qualcuno che si indegna e chiede spiegazioni, magari chiamando direttamente in FIGC. Lo stile Juventus è diverso, su questo non c’è mai stato dubbio. Anche se poi, alla fine, di mezzo ci va sempre la Vecchia Signora ma questo è un altro discorso…