ESCLUSIVA TJ - Massimo Carrera: "Pogba occasione irripetibile, il suo ruolo ideale è la mezz'ala. de Ligt? Il giusto sostituto era Koulibaly. Sullo scudetto..."

18.07.2022 12:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Massimo Carrera: "Pogba occasione irripetibile, il suo ruolo ideale è la mezz'ala. de Ligt? Il giusto sostituto era Koulibaly. Sullo scudetto..."
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex difensore ed allenatore bianconero, Massimo Carrera, per parlare approfonditamente degli ultimi avvicendamenti in casa Juve e non solo:

Che cosa bolle in pentola? Ti vedremo presto in panchina?

"Sono in posizione di attesa, per il momento, visto che le panchine sono tutte occupate. Non mi precludo nulla, non escludo di tornare ad allenare all'estero. Vedremo quel che succederà".

Quale è il tuo giudizio sul ritorno di Pogba a Torino?

"Quando è arrivato alla Juve era un ragazzino, si è messo a disposizione ed è migliorato tantissimo. Ritorna con grande voglia, per la Juventus è senz'altro un grande acquisto. E' un giocatore importante, il compito di Allegri sarà quello di metterlo nel ruolo migliore per esaltare le sue doti. Ha esperienza, qualità, forza, un grande upgrade per il centrocampo".

Potrebbe essere la mezz'ala di inserimento il suo ruolo ideale?

"Sì, con noi giocava così. Per me è il suo ruolo ideale, in questo modo può arrivare in area e far gol. E' la sua posizione naturale".

Era stato acquistato a parametro zero nel 2012, venduto per oltre cento milioni nel 2016 e nel 2022, sei anni dopo, torna nuovamente come free agent. 

"Il voto dell'operazione è alto, perché è stata brava la Juventus ad approfittare che fosse a zero sul mercato. Era un'occasione irripetibile".

Hai avuto modo di vedere Paul da vicino. Quali sono i ricordi che più condividi con lui?

"Ricordo le sedute extra allenamento, Paul era giovane e voleva migliorare. A volte chiedevo a lui di fare questo supplemento, e non diceva mai di no".

Tenendo conto di chi è arrivato, chi altro manca per tornare al top?

"Con l'addio di Chiellini, a mio parere serve un difensore vincente e d'esperienza. La situazione di de Ligt sembra ormai esser definita, potrebbe servire anche un altro giocatore in quel reparto. Ma onestamente non so quali siano le richieste che Allegri ha fatto la società".

In effetti sì, la Juve potrebbe sentir la necessità di acquistare due difensori in questa sessione di mercato. Che ne pensi di Pau Torres?

"E' un bel giocatore, giovane e di esperienza, ma per me l'ideale era Koulibaly che è andato al Chelsea. Bremer è una buona soluzione, conosce già il nostro calcio. Ma non sarebbe semplice sostituire la partenza di de Ligt, in quanto è difficile trovare un ventitreenne con quelle caratteristiche e lo stesso spessore".

Anche con la cessione di de Ligt, la Juve è sempre una squadra da scudetto?

"La Juve è una squadra che lotta sempre per lo scudetto, da qui alla fine del mercato potrà sempre succedere qualcosa. Dall'oggi al domani potranno cambiare tantissime cose, la valutazione vera e propria è fattibile solo a settembre. Anche perché possiamo fare tutti i ragionamenti che vogliamo sulla carta, ma chi avrà sempre l'ultima parola è il campo".

Si ringrazia Massimo Carrera per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.