Oggi e Domani - 1ª g. Champions League) Valencia 0 Juventus 2 (Stagione 2018-2019)

Racconti in bianconero, tra passato e presente
28.11.2018 19:20 di Michele Messina   Vedi letture
© foto di Imago/Image Sport
Oggi e Domani - 1ª g. Champions League) Valencia 0 Juventus 2 (Stagione 2018-2019)

“Un saluto a Steve Dikto per i suoi tantitanti personaggi

che ci hanno riempito e riempiono la vita”

Dopo aver trascorso tre ore a lezione, tra studenti che non ricordano assolutamente quello che hanno studiato nell’anno precedente, tranne qualche rara e piacevole eccezione, una mezz’ora trascorsa da Francesco, per scaricare, firmare, caricare, il foglio firmato per il permesso di uscita da scuola per Gregorio, ormai è divenuto un giovanotto, sono uscito, dopo aver rigorosamente cambiato le scarpe chiuse con i sandali estivi. Fa ancora un caldo afoso e i piedi devono in ogni caso respirare prima dell’inverno. Monsieur impaziente di vedermi, mi aveva fatto telefonare da Franco, il quale tra una parola e un’altra, mi aveva esortato a non fare ritardo l’indomani a scuola: mi attendevano le prime due ore di supplenza. Francesca dice che sono un raccomandato! La Combriccola del Calcio era riunita in quasi tutti i suoi elementi, unico assente di rilievo da registrare era Vespasio. Verso le venti e trenta, qualcuno misteriosamente è sparito, un altro si è eclissato, Mister Maggico Gorgonzola risultava atterrato da Londra, dopo aver brillantemente espletato il suo dovere presso giovani fanciulle della perfida Albione, tifoseria Tottenham, a Roma per consolare cento ragazze romane di venti anni, tutte accese tifose giallorosse, in caso di eventuale sconfitta degli uomini di De Francesco. Una decina di minuti dopo Vincenzo è andato a Betoland per controllare la scommessa fatta nel pomeriggio, Monsieur Le Travin si è fatto accompagnare a casa per vedere le immagini su Sky, Mimmo aveva sul cell un programma datogli da Trama per seguire l’incontro, Ilario Benessere ha accompagnato Vincenzo fino allo schermo da cento pollici. Quindi mi sono diretto a casa, avevo avuto un pomeriggio intenso a scuola, nell’iniziare il programma del nuovo anno. Dato particolare nessuno si ricordava l’ultimo argomento dell’anno precedente, si sa la memoria è labile. Così dopo cena, dopo aver silenziato il gruppo dello Juve Fan Club Sibari e un paio di altri per evitare le turbolenze sportive, Fedele alla Linea mi sono concentrato nelle avventure del vice questore Rocco Schiavone, alla ricerca del killer che avrebbe voluto ucciderlo senza successo, ma colpendo al suo posto una sua cara amica Adele, la moglie di  Sebastiano. Verso le ventitre mi è arrivato un whatsapp del Vate: “Che partitona stasera…” Allora mi sono precipitato sulla Rai dove giocava la Roma e ho incontrato il volto biancastro di Paola Ferrari, seguito da quello molto più sereno e gioioso di Paolo Rossi, il centravanti del Mondial 82, quello di Campioni del Mondo, Campioni del Mondo, Campioni del Mondo, Campioni del Mondo ripetuto dalla voce di Nando Martellini. Il Vate mi aveva invitato a seguire il commento della partita seguito dalle autorevoli voci del Ciabattino, Piccinini, Cesari ed Andrea Sottil. Per fortuna Mamma Rai mi ha impedito di usufruire di questo scempio calcistico. La donna in carriera abbastanza avanti con gli anni ha subito mostrato le immagini relative all’espulsione di Ronaldo al 29’ del primo tempo, ad opera del signor Felix Brych di Girmania, su segnalazione dell’addizionale Marco Fritz. Non sembra esserci nessun fallo verso Jaison Murillo, difensore ex Inter, forse un semplice appoggiarsi della mano aperta sui capelli. Il Macedone si chiede come mai è stato mandato un arbitro tedesco ad arbitrare la Juve, dopo che nello scorso anno la federazione tedesca ha avuto squalificati ben trentadue direttori di gara per corruzione. Enzuccio prevede una lunga squalifica per il calciatore portoghese, che gli farà saltare tutte le restanti gare della fase a gironi. Chissà perché? Dove avrà avuto queste informazioni, dato che il Macedone asserisce che la squalifica del numero sette portoghese sarà solo di due giornate, dato confermato da Monsieur Le Travin. La squadra del Livornese ha una sua dimensione internazionale e reagisce subito, continuando ad attaccare e all’ultimo minuto un calcio in faccia di Parejo a Cancelo, ci regala un calcio di rigore trasformato da Pjanic. Nel frattempo era uscito Khedira per problemi muscolari, sono sempre dell’idea che un centrocampista in più ci servirebbe anche se il Macedone e Monsieur Le Travin obbiettano sulla mia richiesta. Nella ripresa la partita prosegue sulla stessa riga e sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Murrilo afferra Bonucci, atterrandolo in area e il signor Brych non può fare a meno di fischiare il penalty, lo batte Pjanic: Valencia 0 Juventus 2. La gioia del Presidente Pasquale è palese nel video che ci ha inviato, è andato in Spagna insieme al vice presidente Battista. La partita controllata dagli uomini del Livornese si avvia verso la fine, senza sussulti tranne l’infortunio alla caviglia di Douglas Costa. Ne avrà per tre settimane. A scuola giovedì mattina ho fatto le prime due di supplenze, in una terza e in una quinta, dove uno studente mi ha fatto anche una domanda sul simbolismo. Ne ho parlato con la collega di italiano, lo aveva spiegato nell’ora precedente e realizzato una mappa del tempo sulla lavagna. Si sa i ragazzi sono sempre più distratti. Nei minuti di recupero il signor Brych completa il suo capolavoro, fischiando un rigore per un fallo in area di Rugani, ma Szczesny respinge il tiro di Parejo e Bonucci scaglia lontano il pallone. Ho finito il libro di Malerba “Il pianeta azzurro”, che ho trovato molto attuale e surreale, pagine in cui perdersi dopo aver superato l’impatto iniziale, non so quale altro libro leggere, ho solo iniziato a comprare i fumetti per completare l’album della Bonelli sui 70 anni di Tex Willer e mi sto perdendo in rete tra speranze, fantasticherie e zanzare. Ciao Inge, balleremo tutti per te perché “I libri sono Tutto, i libri sono la vita”

Stefano Sturaro Story (ottava puntata): Stefano Sturaro sta per ritornare alla Juventus, lo Sporting Lisbona ha deciso di rinunciare al prestito, date le precarie condizioni fisiche del centrocampista italiano. Domenico si chiede la reazione di Monsieur Le Travin, che ha preferito di glissare sull’argomento, impegnato nella cessione di De Sciglio, “perché non è un giocatore da Juve”. Nel frattempo Enzuccio ha reso noto la nuova previsione per le prossime tre partite del Castro, “saranno sette punti in tre incontri”, il temibile Mariuccio abbastanza competente in materia, dopo aver pronosticato la sconfitta del castro a Torre del Greco, ha negato il suo vaticinio, lo farà solo dopo aver visto la seduta pomeridiana della squadra di Marra, mentre è impegnato nella seduta giornaliera di allenamento podistico, Mister Maggico non si è voluto pronunciare per motivi di privacy, conoscendo già l’esito dei tre incontri in base alla sua scienza calcistica, mentre Ilario Benessere se l’ha presa con la cattiva stampa, rea di non difendere adeguatamente le risorse del territorio. Nel frattempo è tornato dalla nazionale Chiello per dare spazio a Rugani, povero cuore di Monsieur!