DA ZERO A DIECI - DAL CLEAN SHEET AL DIECI PER IL MISTER

12.11.2018 11:30 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
DA ZERO A DIECI - DAL CLEAN SHEET AL DIECI PER IL MISTER

La Juventus che vince e convince abbastanza sbanca San Siro con l’autorità e la consapevolezza dei forti. Una squadra che ha dato dimostrazione di forza senza strafare come le succede da tempo, lasciando rischiosamente aperte delle partite che meriterebbero di essere chiuse.

Ci aspettavamo una partita così e non abbiamo sbagliato.

ZERO - come i gol subiti, bravi a tenere il clean sheet, importante la solidità difensiva e aver ritrovato un calciatore come Benatia.

UNO - come il rigore sbagliato, come le parate di Szczesny e come i tiri del Milan pericolosi. I bianconeri hanno concesso come spesso capita pochi tiri e poche occasioni ma nell’unica hanno rischiato di capitolare.

DUE - come i gol bianconeri. Si torna a segnare due reti, la costante numerica della stagione, dopo i tre con il Cagliari e la sola realizzazione della sfida con lo United.

TRE - ad Higuain. Ci spiace il voto basso ma l’espulsione ed il rigore sbagliato incidono. Cade nell’emotività della sfida con chi gli vuole bene. I tifosi della Juventus lo considereranno sempre un idolo.

QUATTRO - a Suso. Ci aspettavamo di più, molto di più. Non incide, quasi per nulla. Corre e si sbatte ma alla fine non riesce a parte l’assist per il rigore a fare nulla.

CINQUE - a Rodriguez, siamo di manica larga ma lo svizzero si fa saltare addosso da Mandzukic e da’ l’impressione di un’involuzione post Wolfsburg sconcertante.

SEI - al centrocampo. Kessie e Bakayoko hanno imposto una gara fisica e la Juventus ha sofferto. Si poteva alzare il ritmo e metterli più in difficoltà, alcuni forse erano un po’ stanchi. Matuidi il migliore del pacchetto.

SETTE - a Benatia, ha fatto una gara con tante luci ed un paio di ombre. Interventi perfetti in fase arretrata. Ci mette grinta e voglia di fare e prende un rischioso cartellino che poteva essere letale. Sul rigore e’ sfortunato, comunque il migliore della difesa ieri, annulla Higuain.

OTTO - a Cancelo. A primo acchito non ci era piaciuto, passeggiava, poi vai a rivedere la gara e ti accorgi del suo contributo e del movimento sul due a zero. La sua spinta e’ fondamentale. Otto come i gol di Ronaldo in campionato.

NOVE - come i punti di vantaggio sulla candidata insieme al Napoli a vincere lo scudetto, nove alla voglia di vincere di questi ragazzi.

DIECI - a molti le scelte di Allegri non piacciono, il tecnico toscano viene spesso criticato, a noi interessa che il campo sia il giudice. Ieri ha detto ancora una volta che Allegri aveva ragione. Lasciare fuori Bonucci pareva un azzardo... e invece no! 34 punti su 36, dobbiamo aggiungere altro?

@pavanmassimo clicca sulla foto e segui Massimo su twitter per essere sempre aggiornato su tuttojuve e su quanto accade nel mondo zebrato