TASTIERA VELENOSA - FOCOLAIO ITALIA, BRAVI!

06.04.2021 23:55 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
TASTIERA VELENOSA - FOCOLAIO ITALIA, BRAVI!

No ci sono più parole per definire quello che è successo dopo la sosta delle nazionali, quanto è capitato nella nazionale italiana è surreale e meriterebbe un'indagine approfondita perché si rischia di falsare una stagione. Non è possibile che giocatori vadano via sani e tornino contagiati falsando le gare di campionato. Non parliamo solo della corsa scudetto ma di tutte le competizioni. L'assenza di Cragno domenica con l'Inter sarà pesantissima per una formazione che lotta per la salvezza, come quella possibile di Sirigu nel Torino. 

Tutto parte dai contagi di alcuni membri dello staff di Mancini, poi i vari Alessandro Florenzi, Marco Verratti, Leonardo Bonucci e Vincenzo Grifo. Ed ora altri due casi, insomma, veramente tanti, troppi per non alzare la voce.

Le domande da fare sarebbero tante, da capire se tutti gli esami sono stati fatti per tempo, sulla curiosità del motivo per cui la positività dello staff si è saputa solo la sera e non prima, perché poteva essere un modo di prendere maggiori precauzioni. 

Non sappiamo chi abbia gestito tutta la situazione, ma sicuramente merita un applauso, perché peggio di così sicuramente non si poteva fare. A Parigi saranno furibondi per non poter giocare in Champions con calciatori fondamentali, sicuramente a Torino sono neri per il caso Bonucci, sperando che non ce ne siano altri perché se così fosse allora ci troveremmo in una situazione peggiore di Juventus-Napoli dell'andata con tutte le polemiche del caso. 

Qualcuno si offende, ma la stagione è falsata, lo ribadiamo, tutti hanno avuto dei positivi, ma qualcuno ha potuto rinviare le gare, perché? Questo non va bene, ci sono state oggettive disparità ed oltre a questo qualcuno ha avuto calciatori contagiati solo per il fatto di essere andati in nazionale. Vi sembra normale? A noi no.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve