PIRLO A SKY: “Ronaldo un giovanotto, De Ligt un campione, fatto quello che volevamo, su Arthur...”

21.11.2020 23:31 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
PIRLO A SKY: “Ronaldo un giovanotto, De Ligt un campione, fatto quello che volevamo, su Arthur...”

Andrea Pirlo è intervenuto ai microfoni di  Sky sport. Le sue parole:

Nuovo campionato: "Era quello che volevamo: avevo chiesto ai ragazzi una grande prestazione per dare energia al lavoro che stiamo facendo. L'abbiamo fatta dal primo all'ultimo minuto. Era importante non prendere gol per prendere fiducia, siamo contenti della prestazione".


Su De Ligt e Demiral:  "Matthijs è stato bravo, scalpitava, ero curioso anche io di vederlo in campo scalpitava. E' un campione, lo ha dimostrato nella prima gara dopo tanto tempo. Lo ha fatto vedere dopo tanto tempo di che pasta è fatto".

Su Ronaldo "Dobbiamo tenerlo così il nostro giovanotto, finché fa due gol a partita ce lo teniamo stretto... un esempio, tutti i giorni. Mi ha dato grande disponibilità negli allenamenti, nelle partite, per qualsiasi cosa. I suoi gol e le sue doti non sono naturali, siamo fortunati che giochi alla Juventus. Un gesto tecnico che fanno in pochi, con una coordinazione in pochi secondi".

Su Arthur "E' un giocatore importante per noi, è venuto da un periodo d'ambientamento, veniva dal calcio spagnolo. Si allenava in modo diverso, gli serviva tempo per trovare la forma fisica. Al Barcellona era fuori, gli serviva ritrovare il livello fisico ma giocare a calcio come pochi".

Sul modo di giocare: "Non e' scattato niente oggi. I ragazzi iniziano a conoscersi meglio, quando giochi a due tocchi ti diverti anche, deve essere il nostro input giocare velocemente per vincere. Abbiamo tanti giocatori di qualità che possono farti giocar bene".

Su Rabiot "E' un giocatore completo, raramente ho visto uno così forte fisicamente che tecnicamente. Non sa neanche lui le potenzialità di miglioramento che può avere, ci lavoriamo mentalmente per fargli capire che è un campione. Sta migliorando partita dopo partita".

Su Cuadrado e Danilo "Merito loro la continuità, si impegnano, poi sono giocatori internazionali, certe capacita le hanno. Lavoriamo per farli migliorare e per fargli fare un certo tipo di gioco.

Danilo? E' un giocatore disponibile, che fa tutto quello che chiediamo. Lo portiamo anche in mezzo al campo, sa trovarsi spazi liberi, sa trovare la giocata giusta per avviare l'azione. Lavoriamo fin dal primo giorno e si vede, anche Demiral sta migliorando nell'impostazione e oggi ha fatto la sua miglior gara a livello tecnico sono contento".

Su Bernardeschi "Sono felice per lui, della sua prestazione, si meritava di giocare una partita del genere. Giocare in Nazionale gli ha fatto bene ma è forte, ha solo bisogno di sentirsi libero di testa. Non deve pensare tanto a quel che succede fuori, ma pensare a tante qualità ed esprimerlo in campo".

Su Napoli-Milan "Sono contento di passare una domenica rilassata a guardarmi le gare, come va va...".

Su Eriksen "E' molto tecnico, non ha tanta fisicità, ma sa giocare. E Conte saprà dove metterlo"