GATTI: “Ho baciato lo stemma perché la Juve mi ha dato tanto. Contro il Napoli partita durissima. Devo molto ad Allegri. Il campionato è ancora molto lungo”

04.12.2023 19:10 di Benedetta Demichelis   vedi letture
Fonte: Camillo Demichelis
GATTI: “Ho baciato lo stemma perché la Juve mi ha dato tanto. Contro il Napoli partita durissima. Devo molto ad Allegri. Il campionato è ancora molto lungo”
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Federico Gatti ha parlato in mixed zone prima dell'inizio della cerimonia per la consegna del Golden Boy. Ecco le sue parole riportate da TuttoJuve.com: 

Domanda TJ - Parlaci della gioia del gol di venerdì e del bacio allo stemma

"Si è starà un'emozione enorme, la cosa più importante è che ha portato i tre punti, siamo li attaccati. L'Inter continua a non mollare, è un campionato durissimo. Sono una squadra molto forte ma non ci sono solo loro. Ci sono anche altre squadre che sono molto attrezzate. Il bacio allo stemma perché la Juve mi ha dato tanto, da quando mi ha stravolto la vita. Sarò sempre grato a questa società". 
 

Non molla l'Inter ma non mollate nemmeno voi, si arriverà così fino alla fine? 
"È presto, sono passate solo 14 partite. Però l'importante è essere li. Ci sono tante squadre forti come Milan, Inter,  Napoli e ci siamo anche noi. Sarà un campionato lungo ma molto avvincente". 
 

Da parte vostra sembra esserci maggiore consapevolezza 

"C'è sempre stata. È chiaro che i risultati ti aiutano a lavorare meglio e predneee maggiore consapevolezza. Dobbiamo stare con i piedi per terra perché il campionato è lunghissimo e dobbiamo stare li attaccati". 
 

Aggiungi sempre un pezzetto al tuo percorso. 
"C'è ancora tanto. Ho tanti obiettivi da raggiungere con la Juve". 
 

Presto marcherai Bellingham?

"Vedremo".

Allegri dice che ti manca ancora esperienza

"È vero. Al mister devo tanto perché mi da molta fiducia ed è la cosa più importante per un giocatore. Se pensi che forse ho solo 40 partite tra campionato, Europa League e Champions con la Juve. Quindi c'è ancora tanta esperienza da mettere". 
 

Con il Napoli che succede? Siete favoriti? 
"No. Loro sono molto molto forti. Sono i campioni in carica. È una partita alla pari. Fanno paura? Osimhen è fortissimo come lo è Kvaratskhelia. Hanno giocatori molto forti. Sarà una partita bella ma durissima".