ALLEGRI a Sky: "Vittoria importante ma ora testa al campionato. Abbiamo 50 giorni difficili, vogliamo Champions e finale. Mi dispiace per i fischi ad Alex Sandro"

02.04.2024 23:45 di Rosa Doro Twitter:    vedi letture
ALLEGRI a Sky: "Vittoria importante ma ora testa al campionato. Abbiamo 50 giorni difficili, vogliamo Champions e finale. Mi dispiace per i fischi ad Alex Sandro"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Dopo la vittoria per 2-0 nella semifinale di andata di Coppa Italia contro la Lazio, Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: 

Vittoria ritrovata, nel secondo tempo anche una certa cattiveria e avete segnato due gol e potevate fare il terzo. Soddisfatto?
"Sono contento per i ragazzi perché sicuramente venivamo da un periodo non bello, però questa è la Coppa Italia e ora dobbiamo sistemare il campionato quindi abbiamo otto partite per farlo e per centrare l'obiettivo della Champions. Il primo tempo è stato equilibrato, fino al rigore avevamo fatto discretamente bene, poi dopo il mancato rigore abbiamo abbassato un pochino le energie poi nel secondo tempo è stata una partita completamente diversa, abbiamo fatto due gol, potevamo fare anche il terzo e abbiamo rischiato poco e niente". 

La cosa più importante è non aver concesso praticamente nulla alla Lazio a parte quella traversa?
"C'è stata grande voglia, determinazione da parte di tutta la squadra, hanno corso tutti e basti vedere quando Vlahovic nel primo tempo ha fatto 70 metri per venire a rubar palla dietro. Poi c'era anche l'ambiente giusto per tornare alla vittoria".

Vlahovic e Chiesa in gol insieme: un segnale positivo?
"Sì, sono tutti segnali positivi ma anche gli altri stanno bene, chi ha giocato, chi è entrato. Mi dispiace per Alex Sandro che quando è entrato, un giocatore che ha fatto 300 partite nella Juventus è stato fischiato, ha vinto cinque Scudetti, è un giocatore straordinario e poi è un professionista esemplare quindi mi è dispiaciuto solo per quello in questa che è stata una bella serata". 

Vittoria importante per trasferire energie al campionato?
"In campionato bisogna essere realisti, abbiamo bruciato tutto quello che avevamo sulle inseguitrici, bisogna fare un passetto alla volta e cercare di tornare alla vittoria già da domenica contro una squadra forte, abbiamo molti scontri diretti e un passetto alla volta arriveremo all'obiettivo".

Non la vedo molto soddisfatto...
"No, sono soddisfatto ma non è che siccome abbiamo vinto stasera ora dobbiamo esaltarci. Abbiamo fatto una buona partita ma sappiamo che abbiamo 50 giorni davanti a noi impegnativi, difficili, perché dobbiamo raggiungere degli obiettivi. Innanzittutto dobbiamo arrivare in finale all'Olimpico e cercare soprattutto di centrare la Champions che è l'obiettivo principale della Juventus quest'anno".