L'IMBOSCATA - I boatos di Dagospia, la Borsa e i dubbi sul progetto Juve? Grosso rischio... binocolo. De Ligt-Rabiot, rush finale. Il prezzo di Pogba e la proposta di Paratici allo United. Intrecci con la Roma. A Napoli sempre insuperabili

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
28.06.2019 00:12 di Andrea Bosco   Vedi letture
L'IMBOSCATA - I boatos di Dagospia, la Borsa e i dubbi sul progetto Juve? Grosso rischio... binocolo. De Ligt-Rabiot, rush finale. Il prezzo di Pogba e la proposta di Paratici allo United. Intrecci con la Roma. A Napoli sempre insuperabili

La linea di confine è sottile. Potrebbe sembrare di no, ma nel calcio è così: non esiste una mezza misura. O ha ragione Dagospia e allora la Juventus (secondo Dagospia)  sarebbe alla canna del gas con mezzo miliardo di debiti sul groppone alla ricerca di investitori (arabi, cinesi, indiani, la Spectre, fate voi) con Agnelli ed Elkann che avrebbero litigato. Oppure quella di Dagospia non è una notizia e allora continuerebbe ad avere un senso il progetto che a Torino stanno sviluppando. Ma attenzione: il titolo Juve in Borsa continua a perdere. Segno che la Borsa qualche inquietudine la percepisce. Ipotizzo: la Borsa non crede a Sarri  e lo attende alla prova dei risultati. E ancora: finora la Juve ha preso un parametro zero (Ramsey) e ne sta conteggiando un altro (Rabiot). Sta andando per le lunghe per De Ligt e il “nome“ (sempre ipotizzo: Pogba e simili) che la Borsa si attendeva (per il momento?) non è arrivato.

Dopo Ramsey e Demiral (che probabilmente scalderà visto che si tratta di un ottimo profilo, ma che per ora non fa alzare la temperatura), anche De Ligt . Trovata la formula per accontentare Raiola (quinquennale, 8 milioni fissi più 4 di bonus, clausola da 150 milioni a salire stagione dopo stagione) ora la Juve deve trovare l'accordo con l'Ajax. Ballerebbero una decina di milioni: robetta con le cifre che girano.

Perché “gira“ l'incredibile: l'Atletico Madrid ne avrebbe sganciati 126 per acquisire Joao Felix, stellina portoghese che nella truppa di Simeone presumibilmente dovrebbe prendere il posto del partente “Petit Diable“ . Considerazione: se Felix ne vale 126, quanti ne potrebbe valere Mbappè ?

Se Felix ne vale 126, non sembrano scandalosi i 150 che lo United chiede per Pogba .

Il Polpo torna alla Juventus? Lui vorrebbe. Lo vorrebbe anche lo sponsor. Ma anche se Madama non sembra prossima ad aprire il rubinetto del gas, neppure li fabbrica come Totò e Peppino impagabili protagonisti de “La banda degli onesti“ .

Tra l'altro Paratici sta tallonando Rabiot che non arriverà (se arriverà) a Torino per un  tozzo di pane.

Madama, il Polpo lo vorrebbe. Lui vorrebbe Madama. Sarri sarebbe felice . I tifosi stapperebbero champagne o forse solo pregiato Prosecco (che a volte è pure meglio dello champagne) ma serve far di conto. E Paratici ha spiegato ai "rossi“: “Se accettate, due/ tre giocatori, una parte fissa  è alla nostra portata“. Trattativa complicata che è ai vagiti. Ma l'agente si chiama Raiola. E Raiola sa che il Polpo vorrebbe tornare a Torino .

Sotto la Mole intanto tornerà Gigi Buffon. A fare il secondo del polacco in attesa di sedersi dietro ad una scrivania alla Continassa.

Come la vedo io?  Perin dopo una  sola stagione ha chiesto di essere ceduto. La Juve ha bisogno di un secondo che (nel caso) “non se la faccia addosso” dovesse essere costretto a difendere i pali della Juve a Manchester, Madrid o Barcellona. Gigi Buffon è un monumento del calcio e della Juve: una icona che servirà la causa di Madama anche dopo aver appeso le scarpette al chiodo.

Registro che Andrea Pirlo pare vicino alla firma come allenatore dell' under 23. E che, ancora una volta ha parlato (purtroppo) il papà di Moises Kean. Stavolta non  rivendicando trattori, ma spiegando che il figlio potrebbe andare all'Inter .

 Annoto che Kean ancora non ha rinnovato. Che in Nazionale ha fatto con il sodale Zaniolo, qualche cavolata. Che con Zaniolo è stato (giustamente)  punito. Che i frequentatori del tempio lo hanno lapidato. Ma che, cavolate a parte, la Juve se lo cede non intende perderne il controllo. E che nonostante l'eccesso di selfie, Paratici se la Roma deciderà, è propenso a prendersi  il reprobo Zaniolo. Con lui anche il mancino Luca Pellegrini che reprobo non è ma che piace assai per la fascia sinistra. Petrachi al momento ha respinto le offerte ma Perin, Spinazzola e probabilmente anche Higuain sono profili che alla Roma potrebbero  interessare.

Mentre apprendiamo che Manolas è un centrale “mostruoso”, destinato a  diventare in coppia con Koulibaly la muraglia partenopea, così come De  Ligt viceversa potrebbe non essere ancora “pronto“, perché  il campionato italiano è “diverso“ e poi “ bla, bla, bla , e bla e ancora bla“, resta da capire cosa farà Federico Chiesa. Dovrebbe avere un accordo per 5 milioni a stagione con la Juventus . Ma il neo patron statunitense della Fiorentina non vorrebbe privarsene. Per dirla con Pavel Nedved: “chi vivrà, vedrà“ .

Ovviamente la lista dei partenti in casa Juventus è lunga. Ma prima di acclararla immagino sarà indispensabile capire chi effettivamente potrà arrivare .

Mi dicono che Icardi non compare in alcuna  lista. Ma potrei sbagliare. C'è gente che ancora insiste sull'affarone (plusvalenze e dintorni) Dybala-Icardi.

Ma anche senza Maurito, anche se con Del Ligt, ne arrivasse, uno solo di quelli ipotizzati, la Juventus verosimilmente non sarebbe alla “canna del gas“ .

Ma potrebbero esserlo, in tempi rapidi  “alla canna“ gli avversari. Con un Ramsey, un De Ligt e un Pogba, sommati a Ronaldo, Chiellini, Bonucci, Dybala e soci, il destino della concorrenti sarebbe verosimilmente nebuloso .

E probabilmente servirebbe loro un potente binocolo da marina. Per cercare di prendere il numero di targa dei campioni. Un binocolo potente: molto potente.