Graziani: "Jorginho più titolare di Bernardeschi"

13.10.2019 17:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Graziani: "Jorginho più titolare di Bernardeschi"

Ciccio Grazian ha commentato la prestazione della Nazionale ai microfoni di Radio Sportiva. Ecco le sue parole:

Sul centrocampo azzurro: "Bernardeschi e Jorginho sono due ottimi giocatori, ma il secondo è più titolare del primo. Stasera hanno fatto bene entrambi. Bonaventura? Ritornerà in azzurro, ha ricominciato ora a giocare e ci vorrà tempo. Sensi è superiore a Barella, ma l'Inter li ha presi entrambi non a caso. Sono due ragazzi di sicura affidabilità per la crescita della Nazionale".

Sulla partita dell'Italia: "Per un'ora oggi la Nazionale ha fatto due tiri in porta contro una squadra nettamente inferiore. Le occasioni migliori le ha avute la Grecia per segnare... Dal rigore in poi abbiamo giocato solo gli ultimi 20'".

Su Pioli: "L'allontamento di Giampaolo non lo comprendo, se mai doveva essere cacciato dopo Milan-Fiorentina. Oggi è a 4 punti dal quarto posto, in prospettiva un'altra chance l'avrei data al tecnico. Pioli è un buon allenatore ma forse non è all'altezza".

Su Insigne: "Non ha giocato male stasera, ha fatto la sua partita. Mi sono chiesto perché non provare Belotti-Immobile con un solo tornante visto che avevamo problemi di attacco".

Su Balotelli: "Mancini non vede l'ora che faccia qualcosa di positivo per convocarlo. Penso che Immobile e Belotti siano più forti di lui, sia dal punto di vista tecnico e di testa. Dovrà fare gli straordinari per un'altra chance".

Su Falco: "Ha qualità importanti, somiglia a Politano e a chi è rapido nel saltare l'uomo come Dybala con le dovute proporzioni. Ci sono anche altri interessanti come Castrovilli e Orsolini che possono essere convocati in Nazionale".

Su Ranieri alla Samp: "Mi piace molto, ha avuto esperienze all'estero, ha carisma e personalità oltre che idee di gioco. In questo momento la sua serenità potrebbe essere ideale per la Samp. Dovrà riprendere in mano la squadra dal punto di vista mentale".

Su Lozano: "Ha bisogno di tempo, ci sta qualche difficoltà di ambientamento e di ruolo. Credo che lo vedremo meglio nei prossimi mesi".