TASTIERA VELENOSA - A TORINO STA PASSANDO UN TORNADO, A MILANO, NEMMENO UN VENTICELLO

28.09.2019 14:05 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
TASTIERA VELENOSA - A TORINO STA PASSANDO UN TORNADO, A MILANO, NEMMENO UN VENTICELLO

La Juventus sta passando una situazione non semplice, cambio tecnico, rosa da gestire, mercato con rifiuti, infortuni e ripetizione e aspettative da confermare dopo otto anni di vittorie con motivazioni da trovare di continuo.

A Torino, metereologicamente sta passando un tornado di eventi negativi, che comunque, al momento non ha fatto volare via il veliero di Maurizio Sarri che è riuscito, anche nelle avversità a mantenere la rotta.

Dalla rosa ampia ed alle esclusioni eccellenti, la Juventus dopo la prima giornata ha perso subito il suo difensore più forte, Giorgio Chiellini, stoppato a lungo termine. Tutto questo, mentre la polmonite aveva bloccato Maurizio Sarri fin dalla prima giornata, impedendogli prima di allenare e poi di scendere in campo.

Infortuni che si sono ripetuti anche contro il Napoli, da De Sciglio che ha mangiato un cambio a Sarri in avvio, fino ai crampi di De Ligt che gli hanno tolto la lucidità necessaria per il finale di gara e solo la fortuna di Kouibaly ha salvato i bianconeri da un 3-3 che sembrava scritto nonostante una grande gara.

A Firenze, poi, il massimo della sfortuna, caldo atroce settembrino, due infortuni subito con Douglas Costa e Pjanic out ed un terzo come Danilo nelle ripresa. Oltre a questo l'entusiasmo della Fiorentina con Ribery titolare, che hanno fatto il resto ed hanno tolto due punti.

Sembrava finita la sfortuna, ma non è andata proprio così, con Danilo, out a Brescia, altra gara segnata da un cambio forzato, tutto questo anche con un calendario che ha posto la Juventus di fronte alla prima di Balotelli. 

Insomma, la Juventus e Maurizio Sarri al momento hanno già vissuto parecchie peripezie, esattamente l'opposto dell'Inter.

Per i nerazzurri, praticamente nessun infortunato, tutto tranquillo, Godin con problemi poi recuperato, come Lazaro che si è alzato ed ora cammina. 

Un paio di gare difficili, a Cagliari e con la Lazio, la prima risolta da una giocata di Sensi, la seconda grazie un'azione in contropiede, per il resto poche difficoltà oggettive e tutta la rosa a disposizione.

A Torino sono in tempesta, la barca va sta imparando a soffrire, a Milano, viaggiano sereni, vedremo presto se continueranno ad essere così fortunati, sicuramente ad oggi ad una settimana dal big match hanno la fortuna di incontrare una Juventus che avrà assenze importanti e che dovrà fare una prestazione di altissimo livello per fermare la formazione che oltre ad essere brava appare al momento anche la più fortunata.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve