Qui Tuttosport - Jacobelli: "Lautaro vs Chiesa, che sfida! Con il ritorno di Chiellini e la crescita di Arthur la Juve ha trovato sicurezza e dominio del gioco. A fine febbraio la verità sulle chance Scudetto dei bianconeri"

01.02.2021 15:48 di Xavier Jacobelli Twitter:    Vedi letture
Qui Tuttosport - Jacobelli: "Lautaro vs Chiesa, che sfida! Con il ritorno di Chiellini e la crescita di Arthur la Juve ha trovato sicurezza e dominio del gioco. A fine febbraio la verità sulle chance Scudetto dei bianconeri"

Ogni lunedì la redazione di Tuttojuve.com analizza i temi caldi del nostro calcio con una delle firme più autorevoli del giornalismo sportivo italiano, Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport. Ecco il suo intervento:

"Inter-Juventus, semifinale d'andata della Coppa Italia non è soltanto la rivincita che i bianconeri cercano nei confronti dei nerazzurri dopo la secca sconfitta accusata nella gara del girone d'andata di campionato, è anche soprattutto il confronto tra Lautaro e Chiesa, ovvero fra due dei talenti più interessanti del nostro campionato, due giocatori che percorrendo strade diverse stanno marcando questa stagione nelle rispettive squadre. E' una dimostrazione, questa, della sagacia e della bravura degli operatori di mercato della Juventus e dell'Inter, che hanno puntato su questi giocatori, i quali stanno ripagando la fiducia loro concessa. In particolare, per quanto riguarda la Juventus, c'è un dato di fatto che concerne la difesa, che da quando Chiellini è ritornato, non ha subito gol nelle ultime 4 partite. Il Capitano ha restituito sicurezza alla retroguardia di Pirlo, che a San Siro ritrova dal primo minuto De Ligt, il quale si è appena lasciato alle spalle la lunga sosta forzata causa positività al Covid e smania dalla voglia di riprendersi quel ruolo insostituibile di guardiano della retroguardia bianconera, condiviso appunto con il Capitano Chiellini. Ma c'è un altro giocatore molto importante che sta crescendo di partita in partita e ci riferiamo  al centrocampo, ci riferiamo ad Arthur Melo, 24 anni: l'ex Barcellona sta diventando sempre più prezioso nell'economia del gioco del centrocampo di Pirlo. Con il brasiliano in regia, la Juventus ha trovato geometrie, il dominio del gioco e soprattutto le verticalizzazioni che Pirlo ha sempre cercato dall'inizio  della stagione. L'unica partita saltata a gennaio da Arthur in campionato, ovvero proprio l'incontro con l'Inter, si era conclusa come ben sappiamo con la secca sconfitta dei bianconeri. Ma domani in Coppa Italia sarà in campo. Così come c'è un'altra annotazione che deve essere rimarcata: con la Samp, la terza vittoria consecutiva ottenuta dalla Juventus è risultata senza la firma del fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo, con Chiesa, Kulusevski, Morata e Mckennie sono arrivati i gol in più che la Juventus cercava. Quindi è evidente che il test di San Siro i Coppa Italia, peraltro con l'atto di ritorno della semifinale in programma il 9 febbraio a Torino, divenga sempre più importante in un campionato marcato da un equilibrio evidente: perchè se è vero come è vero che il Milan e l'Inter continuano il loro duello ai vertici della classifica - 46 punti il Milan, 44 l'Inter - la Roma di Fonseca sta metabolizzando il caso Dzeko, al punto di riuscire a difendere il proprio terzo posto, mentre Juventus, Napoli e Lazio risalgono in posizioni di classifica che consentono loro di battersi fino alla fine per il titolo. L'Atalanta ha accusato la prima battuta d'arresto dopo14 gare utili consecutive, fra campionato e coppe, ma è evidente che la fatica sostenuta 4 giorni prima  per eliminare la stessa Lazio dalla Coppa Italia si si fatta sentire. Tutto ciò contribuisce ad arricchire l'equilibrio di un torneo che per quanto concerne la Juventus alla fine di febbraio potrà già emettere, non un verdetto definitivo, ma dare un'indicazione precisa sulle chance di Scudetto della formazione di Andrea Pirlo, considerati gli impegni così ravvicinati uno dopo l'altro, complessivamente 7 partite nell'arco di 28 giorni, fra campionato, Coppa Italia e Champions League. L'appuntamento con il Porto è per il 17 febbraio. Come dire che ci attende un febbraio davvero molto molto intrigante".