ESCLUSIVA TJ - Simone Pepe: "Gli italiani si rialzeranno. Decisione giocatori Juve di tagliarsi lo stipendio non mi ha sorpreso. Per Sarri esperienza nuova, al Napoli era diverso. Su Conte e i bianconeri..."

09.04.2020 12:10 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Simone Pepe: "Gli italiani si rialzeranno. Decisione giocatori Juve di tagliarsi lo stipendio non mi ha sorpreso. Per Sarri esperienza nuova, al Napoli era diverso. Su Conte e i bianconeri..."

Ai microfoni di tuttojuve.com ha parlato in esclusiva l'ex bianconero Simone Pepe.Una chiacchierata sul momento attuale e sulla stagione.

Come stai vivendo questo momento un pò particolare?

Lo stiamo vivendo con un pò di apprensione, io che ho fatto un certo lavoro, mi sento fortunato, con un giardino riesci a fare uscire i bambini e stare all'aria aperta, siamo dei fortunati, normale che ci sia un momento di terrore per tutti, dispiace per chi è in difficoltà, anche noi nel nostro piccolo stiamo aiutando per dare una mano al Paese, come l'iniziativa dei campioni del mondo del 2006 ed altre cose nelle rispettive città, ma viviamo come tutti, l vero tesoro in questo momento è avere un giardino.

Il campionato secondo te riparte?

Se ci sono le giuste e dovute precauzioni, ripartire può fare solo il bene del popolo italiano, anche per il calcio è una elle prime aziende italiane, il calcio in questi momenti può aiutare il popolo a casa ad alleggerire questi momenti, in questo momento bisogna pensare alla salute, poi speriamo che riparta tutto a parte il calcio, ora siamo un pò in ginocchio, ma siamo italiani e abbiamo la forza di rialzarci, ne sono sicuro.

Una pausa così lunga come può influenzare il campionato e la lotta scudetto?

E' una cosa strana perchè bisognerà rifare la preparazione, anche se i giocatori si sono allenati chi in palestra, chi in casa, ma non è la stessa cosa di allenarsi in gruppo, perchè la palla la tocchi meno, si perde confidenza, come quando fai un mese di stop a fine campionato e ricominci la preparazione, solo che il campionato è a poche giornate dalla fine.

Un mini campionato di dodici giornate...

Si, un mini campionato di dodici giornate, in cui ci sarà la bravura dei preparatori atletici per fare una preparazione mirata per questo mini campionato, quando si decide magari inizialmente di partire forte e magari pagando qualcosa in più dopo, subentra la bravura dei preparatori per avere la suadra al massimo delle potenzialità.

Magari in questo periodo hai sentito anche i tuoi ex compagni sulla questione ingaggi, come ti è sembrata questa decisione?

Ci sentiamo, quasi tutti i giorni, la decisione che non sorprende. Tanto di cappello a Bonucci, Buffon, Chiellini, ti parlo di chi ancora gioca che stava con me, che hanno preso questa decisione di tagliarsi gli stipendi, dare la mano e dare un esempio, conoscendo i ragazzi la decisione non mi sorprende nemmeno un pò, è normale che anche loro vivono la cosa come la vivono tutti, sperano di fare quello che gli piace il prima possibile, ma ci devono essere tutte le situazioni apposto per la salute di tutti, non solo la loro,a  ma di tutti gli altri.

Per quanto riguarda la stagione, chiaramente fino all'otto marzo, ti ha sorpreso qualcuno in positivo o qualcuno da cui ti aspettavi qualcosa di più?

Chi mi ha stupito positivamente è Bentancur, partito come l'ultimo dei centrocampisti, è arrivato a giocare titolare come mediano davanti alla difesa, a volte da mezzala, ha avuto una crescita esponenziale. Mi aspettavo, invece, qualcosa in più da Rabiot, da Ramsey. Rabiot, essendo 1.90, ha bisogno di trovare la condizione, ma non ha avuto mai molto spazio, forse perchè Bentancur è esploso, vuoi perchè Pjanic è un giocatore che ha caratteristiche difficili da sostituire, vuoi perchè Matuidi è i polmoni della Juve, vuoi perchè Khedira è un giocatore straordinario, ha fatto fatica a trovare spazio, ma adesso sta meglio, perchè ha trovato la condizione fisica.

Come ti è sembrato, invece l'approccio di Sarri alla Juventus?

Sarri è stata per lui un'esperienza tutta nuova, senza voler togliere niente a nessuno. Il Napoli aveva determinate caratteristiche che si sposavano perfettamente con il gioco di Sarri, magari la Juve gioca molto più sui singoli perchè ha molti più giocatori decisivi singolarmente, quindi, per lui è un'esperienza nuova, ma è primo in classifica, in Champions è ancora tutto in ballo, per cui, dire qualcosa di negativo risulta difficile.

Come ti è sembrato Conte sulla panchina dell'Inter, il solito o diverso?

Mi è sembrato il solito Conte, ha voglia di vincere, corre di più di un centrocampista in panchina, è sempre nella partita, è lui, un grande allenatore, un grande motivatore, ha fatto ripartire l'Inter dopo un momento non facile, è sempre lui.

Rivedi in qualche giocatore di serie A o della Juventus le tue caratteristiche? La voglia di emergere, la grinta...

Ci sono giocatori che hanno caratteristiche simili, anche se è un pò cambiato il modo di giocare, io ero un'ala tutta fascia, adesso l'esterno fa più gli ultimi trenta metri, il terzino fa più di spinta, ma simili simili, forse un pò Candreva che potrebbe somigliarli.

Alla Juve è difficile...

Alla Juve stiamo parlando di un livello superiore, Douglas Costa, magari è discontinuo, ma il livello è superiore, troppo superiore al mio, Cuadrado uguale.

Proprio su Douglas Costa, si dice che possa anche andare via, magari in uno scambio con Gabriel Jesus del City, come la vedi?

Mah, bisogna capire bene, a me Douglas Costa fa impazzire, bisogna capire bene le dinamiche di Douglas Costa durante la stagione, se magari si può arrivare a prevenire qualche infortunio di troppo, allora io non ne farei a meno, qui però si parla di giocatori straordinari, Gabriel Jesus un altro grande attaccante, bisognerebbe capire a fine anno cosa serve di più alla Juve, l'esterno o l'attaccante e poi da lì, pensare come muoversi.

Visto sul tema mercato, a centrocampo forse manca qualcosa, meglio Tonali o Castrovilli, oppure nessuno dei due o altro?

Castrovilli penso possa essere la mezzala del futuro per caratteristiche, perchè ha struttura fisica, qualità, forza, penso che in questo momento è vero che è al primo anno con una crescita esponenziale. Quest'anno nessuno si aspettava nulla da lui e tutto quello che ha fatto è stato tutto di guadagnato, mentre il prossimo anno sarà sotto la lente di ingrandimento e tutti si aspetteranno un Castrovilli ancora più forte, dovrà mantenere le aspettative. Ma ad oggi vedendo la tenuta fisica, le qualità che ha, la forza che ha, potrebbe essere la mezzala del futuro, una mezzala importante.

Si ringrazia Simone Pepe per la disponibilità dimostrata.