ESCLUSIVA TJ - L'agente di Daud: "La Juve crede in Ayub, il futuro è suo"

31.10.2009 11:34 di Nunzio Marchione  articolo letto 1777 volte
ESCLUSIVA TJ  - L'agente di Daud: "La Juve crede in Ayub, il futuro è suo"

Dall'estate scorsa, l'ex stellina della Primavera della Juventus, Ayub Daud (19), sta brillando a Crotone, dove è stato sin qui protagonista di un ottimo avvio di stagione. Purtroppo, però, nella gara di una settimana fa contro la Salernitana, il giovane attaccante somalo ha subito un serio infortunio al ginocchio che potrebbe costringerlo a stare lontano dai campi per un po' di tempo. La redazione di TuttoJuve.com ha contattato in esclusiva il suo procuratore, Ulisse Savini, che ha parlato delle condizioni fisiche di Daud, della sua positiva esperienza in Calabria e di quello che potrebbe essere il suo futuro.
Ricordiamo, infatti, che il giovanissimo talento - nato a Mogadiscio il 14 febbraio 1990 - è ancora di proprietà della società bianconera, blindato da un lungo contratto che scade nel 2013. Alla Juventus, Daud, è arrivato all'età di nove anni, prelevato dai pulcini del Cuneo, la squadra della sua città. Quindi ha fatto tutta la trafila del settore giovanile juventino, fino a conquistare la ribalta calcistica nazionale nell'ultimo Torneo di Viareggio, nel quale ha trascinato alla vittoria finale la squadra di Maddaloni, laureandosi capocannoniere con 8 gol. Qualche settimana dopo, ha esordito in serie A contro il Bologna ed è entrato nel mirino di numerosi club europei: Tottenham, Wolsburg, Villarreal e West Ham. La Juventus, però, ha deciso di investire su di lui e dopo avergli fatto firmare un contratto a lunga scadenza lo ha mandato a farsi le ossa Crotone. Il campioncino ha iniziato la stagione molto bene, ritagliandosi uno spazio importante nella squadra di Franco Lerda e confermando le sue grandissime qualità e potenzialità. La settimana scorsa, però, Daud ha subito questo infortunio al ginocchio che ha interrotto il suo positivo momento. TuttoJuve.com ne parla con Ulisse Savini, procuratore del talentino somalo.

Buongiorno Savini, abbiamo saputo dell’infortunio di Daud, qual è la situazione?
"Durante l’ultima partita Ayub ha avvertito un dolore e per precauzione il suo allenatore gli ha consigliato di uscire dal campo".

Si tratta di un problema grave?
"Purtroppo potrebbe trattarsi di una sospetta lesione del legamento collaterale del ginocchio. Oggi tornerà a Torino ed effettuerà tutte le visite con lo staff medico della Juventus, anche perché la società conta molto su di lui per il futuro".

Dopo lo strepitoso torneo di Viareggio, Daud è andato in prestito al Crotone in serie B. Come sta andando questa nuova esperienza?
"In maniera più che positiva. Il campionato di B non è facile per un giovane, però Ayub ha giocato praticamente in tutte le partite, ben figurando, ed è tra gli under 20 il calciatore che gioca con più regolarità".

Esistono possibilità di un cambio di maglia durante il mercato di gennaio?
"Lo escludo. Con tutta probabilità quest’anno si fermerà a Crotone anche perché è contento dell’ambiente che ha trovato e il suo obiettivo è giocare il più possibile".

Parlando di futuro, Daud tornerebbe subito alla Juventus o preferirebbe continuare a farsi le ossa in un club più piccolo?
"La Juventus crede moltissimo nelle potenzialità di Daud perché il suo talento è fuori discussione e rappresenta il futuro. Vista la giovane età l’obiettivo è quello di continuare il processo di crescita come calciatore anche dal punto di vista fisico, in maniera tale da riproporsi tra i bianconeri nel giro di due anni. In questo momento la cosa principale per lui è giocare con continuità e seguitare a crescere".