LA LANTERNA VERDE - Tutto nei piedi di Dybala… L’esordio di Soulè? Bene ma non benissimo…

02.12.2021 15:19 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Tutto nei piedi di Dybala… L’esordio di Soulè? Bene ma non benissimo…

La Juventus è tornata alla vittoria. E’ già un buon punto di partenza. Dopo qualche editoriale di troppo segnato da sofferte e deludenti prestazioni, finalmente si torna a scrivere con il buonumore che solo una sana vittoria può regalare. Un secco 2-0 (poteva finire anche 5-0) che va comunque preso con le pinze. Ho letto di difesa tornata insuperabile, del terzo cleen sheet nelle ultime quattro gare, di certezze ritrovate… Direi di non esagerare: la Salernitana, numeri alla mano, ha il peggior attacco del campionato con 11 gol segnati. Insomma, non proprio una squadra che va in rete con regolarità…
Tuttavia, la prestazione c’è stata e da quella bisogna ri-partite. Tanto per cambiare, le migliore giocate portano la firma di Paulo Dybala. Rigore sbagliato a parte (ne parlo dopo), la Joya ha confermato di essere l’unico top player bianconero. Quando ha la palla tra i piedi, si sente l’elettricità nell’aria. L’argentino ha la capacità di inventare calcio, solo lui ha questa dote nell’attuale (mediocre) rosa della Vecchia Signora. Fisicamente mi sembra stia crescendo e questo è fondamentale. Se è al top della condizione fisica, Dybala è un problema per qualsiasi difesa, non solo per quella, decisamente porosa, della Salernitana…
Ora c’è da dare continuità alla prestazione dell’Arechi. Meglio non illudersi. E’ già capitato di esaltarsi per una vittoria e tornare prontamente nell’oblio dopo qualche giorno…
E veniamo al “caso Soulé”. Sono sincero, mi aspettavo di vederlo titolare contro la Salernitana o, alla peggio, in campo a risultato acquisito (sul 2-0 di Morata). Invece, si è deciso di fargli assaggiare la Serie A a tempo scaduto (con il forte rischio di lasciarlo, infreddolito, a bordo campo senza poter esordire, visto che i secondi al triplice fischio finale correvano senza sosta). Il destino ha voluto che venisse fischiato un sacrosanto calcio di rigore proprio al momento del campo. Subito ho pensato: ecco, esordio con gol su rigore. Sono l’unico ad aver avuto questa “visione”? Non credo…
Purtroppo Allegri non è intervenuto e sul dischetto ci è andato Dybala che ha calciato altissimo. Che il destino abbia voluto dire la sua in proposito? Sarebbe stato fantastico vedere Soulé calciare il suo primo pallone in questo modo. Pensate che storia per i posteri… “il giorno del suo debutto in Serie A con la Juventus, 30 novembre 2021 contro la Salernitana allo stadio Arechi, è magico: Soulè entra e segna, su rigore, la rete del definitivo 3-0. Il suo primo pallone toccato finisce in rete…”. Una favola, in tutti i sensi, perchè non è andata proprio così. Il giovane ragazzo, via social network, ha comunque parlato di “coronamento di un sogno” ma, siamo sinceri, poteva essere un esordio ancor più speciale… Chissà, magari il primo gol sarà da favola, sempre che Allegri lo faccia giocare…
Chiosa sull’indagine Prisma: ritengo che sia folle dare giudizi o avanzare possibili sentenze quando c’è ancora tutto da comprendere e analizzare. Chissà perché ma, a noi italiani, piace leggere la fine del libro dopo aver letto solo la prima pagina. A me no…