Sissoko: "La Juve non ha la squadra più forte, ma con 3 acquisti può vincere lo scudetto. Rabiot? Giocatore importantissimo e di grande esperienza"

29.11.2023 12:00 di Giuseppe Giannone   vedi letture
Sissoko: "La Juve non ha la squadra più forte, ma con 3 acquisti può vincere lo scudetto. Rabiot? Giocatore importantissimo e di grande esperienza"
TuttoJuve.com

“Tutte e due le squadre volevano vincere, alla fine un pareggio normale. Abbiamo visto una bellissima partita, è un risultato molto positivo soprattutto per la Juventus”.
 
Queste sono state le parole di Momo Sissoko, ex centrocampista della Juventus e del PSG, intervenuto durante la trasmissione sportiva “Cose di Calcio” su Cusano Italia Tv a seguito del derby d’Italia tra Juventus e Inter. Ai microfoni di Debora Carletti e Flavio M. Tassotti, Sissoko si è sbilanciato molto sulle sorti di questa stagione calcistica e sulla lotta scudetto. 
 
In merito proprio alla sua ex squadra, l’ex centrocampista francese ha poi aggiunto: “Pogba e Fagioli sono due giocatori che hanno esperienza ma non stanno giocando. Ci sono invece dei giovani che possono giocare, mancano un po’ di esperienza però col tempo questi giocatori diventeranno grandissimi giocatori per la Juventus.
Vlahovic ha fatto fatica a fare goal mail goal che ha fatto contro l’Inter è importante per lui. Sono convinto che continuerà a segnare fino alla fine perché lui è un grandissimo giocatore, ha la capacità di fare goal e sarà decisivo per la seconda parte del campionato”.

 
Riguardo un margine di miglioramento per i bianconeri, Momo Sissoko ha continuato dicendo ”Sono contento perché la Juve non è la squadra più forte che c’è ora ma secondo me alla fine vincerà la Juventus perché hanno la capacità di fare le cose bene. Con tre acquisti importanti per il mercato di gennaio sarà una squadra che può contare per lo scudetto”.
Resta comunque un discorso aperto, “Secondo me è favorita l’Inter - ha precisato Sissoko - però occhio che la Juventus rimarrà lì fino alla fine”.
 
Si è poi fatto un confronto tra la Juventus di ieri e quella di oggi.
“Non è lo stesso perché stiamo parlando di grandissimi giocatori. Però per la Juventus adesso l’uomo giusto al momento giusto è Rabiot. Ha tanta esperienza, ha vinto la coppa del mondo, è un giocatore molto importante per Juventus adesso, ma anche per il futuro”.

E sempre su Rabiot “da giovani eravamo al Paris Saint Germain, sapevo che per lui era solo un momento per adattarsi al campionato italiano, molto diverso da quello francese. Ero convinto potesse trionfare alla Juventus perché lui ha la capacità di farlo”.
 
Un altro giocatore che ha avuto bisogno di un periodo di adattamento è stato Lukaku “A lui piace il campionato, gli piace la vita in Italia” ha ribadito Sissoko. “Ha trovato un allenatore che gli da tanta fiducia, per quello sta facendo bene e io sono contento per lui”.
 

Sissoko ha poi detto la sua anche sulla corsa Champions. “Juventus, l’Inter, il Milan e poi il Napoli”.
 
E proprio sui partenopei il francesce ha aggiunto, “Avevano bisogno di un allenatore che conoscesse la casa Napoli, Mazzarri è l’uomo giusto in questo momento. Il presidente non voleva fare un contratto ad un allenatore per tanti anni perché ancora non sa dove vuole andare, con quale allenatore. Ci sono tanti allenatori forti che sono liberi e allora speriamo che arrivi un grandissimo allenatore. Vedo bene l’allenatore del Bologna al Napoli”.
 
In chiusura parole anche sul suo primo allenatore in Italia, “Ranieri è un allenatore che mi piace molto, lui mi ha aiutato a diventare un uomo. L’ho avuto al Valencia, alla Juventus ed è un allenatore che mi piace, ho grande rispetto per lui”.