Atletico-Juve 2-1, le pagelle. Douglas Costa strepitoso, in crescita Rabiot

10.08.2019 21:45 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato a Stoccolma
Atletico-Juve 2-1, le pagelle. Douglas Costa strepitoso, in crescita Rabiot

Szczesny 6: incolpevole in occasione dei gol subiti (59' Buffon 6: non deve impegnarsi mai, emozionante l'ovazione della Friends Arena)

De Sciglio 5.5: molto bravo nell'accompagnare la manovra offensiva, si fa trovare un po' impreparato in fase difensiva. In occasione del primo gol (71' Danilo 6: esordisce a sinistra. Ordinato e voglioso, le sensazioni sono positive).

De Ligt 6: da capire le responsabilità in occasione del gol del 2-1, ma anche attribuendogli colpe la sua prova resta positiva. Dominante sia sul gioco aereo che quando sfidato dai piccoletti di Simeone (71' Demiral 6: attento nel sbrogliare la situazione complessa creata da Bonucci, si fa notare anche quando non trema davanti a Diego Costa)

Chiellini 6.5: sempre attento, la solita sicurezza (46 'Bonucci 5.5: nel complesso bene, ma due o tre sbavature di cui è protagonista in altre situazioni sarebbero inaccettabili)

Alex Sandro 6.5: ottimi segnali, esattamente quelli sperati. Nonostante il ritardo nella condizione, corre quanto e più degli altri, dà sempre una mano in avanti ed è bravissimo nelle letture difensive (59' Cuadrado 6: attento in fase difensiva, risponde presente. Qualche buon guizzo in avanti)

Khedira 6.5: in campo a sorpresa, trova il pertugio per il gol del pari. Si trova spesso come uomo più largo (60' Matuidi 6: pressione e corsa, dà il suo contributo con le sue caratteristiche)

Pjanic 6: non ha problemi a prendersi le responsabilità, anche se alterna cose buone a qualche imprecisione dettata dal traffico (60' Bentancur 6: entra timido, cresce alla distanza)

Rabiot 6.5: in enorme crescita. Aiuta i compagni, sale senza timori e sfiora anche il gol con un tiro che avrebbe decisamente meritato di spegnersi in rete (71' Emre Can 6: combattivo)

Douglas Costa 7: il migliore per distacco. Inarrestabile, quando prende palla decide cosa vuol fare e lo fa. E gli altri o lo guardano o lo stendono. La nota più bella arrivata da Stoccolma.

Higuain 5.5: nel primo tempo è quasi un fantasma. Qualche guizzo nella ripresa, ma la sensazione è che paradossalmente sia meno brillante rispetto alle prime uscite (60' Dybala 6: era l'uomo più atteso. Ci mette voglia e pure un pizzico di pericolosità. Non aiutato dal momento in cui scende in campo)

Cristiano Ronaldo 6: sfiora il gol con due conclusioni da fuori, ma Trippier gli tiene testa bene, limitando il suo estro. Non la sua miglior giornata, anche se la Friends Arena impazzisce solo per la sua presenza (71' Mandzukic 6: prova a rendersi utile nelle sponde, comprensibilmente non ancora al top della forma)