ESCLUSIVA TJ - Rubinho: "Vi svelo il segreto del successo di questi ragazzi. Alves e Pjanic sono campioni, Dybala non è ancora da pallone d'oro. Futuro? Non ho ancora saputo nulla..."

08.07.2016 09:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Rubinho: "Vi svelo il segreto del successo di questi ragazzi. Alves e Pjanic sono campioni, Dybala non è ancora da pallone d'oro. Futuro? Non ho ancora saputo nulla..."
TuttoJuve.com
© foto di Gaetano Mocciaro

La Redazione di TuttoJuve.com ha raggiunto in Brasile l'ex terzo portiere della Juventus, Rubens Fernando Moedim - meglio conosciuto come Rubinho (33) -, per parlare della squadra bianconera e non solo:

Buongiorno, volevo cominciare dal tuo ricordo che hai delle stagioni trascorse a Torino...

"Ho davvero tanti ricordi belli delle stagioni trascorse alla Juventus, ma non so dire quale sia stato il più importante".

Gli addetti ai lavori definiscono la Juventus come una "famiglia". Che significato dai a questa parola?

"Tutti per uno e uno per tutti: è questo, per me, il significato di 'famiglia'. Ho sempre visto un gruppo vincente e non è un solo giocatore a far la differenza, ma tutti. E' questo il segreto del successo bianconero".

Con chi hai più legato nella tua avventura in bianconero?

"Mi sono trovato davvero bene con tutti in generale, sarebbe ingiusto risponderti un calciatore in particolare perchè ne pregiudicherebbe qualcun altro".

Cosa ne pensi di Dani Alves e Pjanic? Sono i cosiddetti colpi da Champions?

"Sì, per me sono colpi da Champions League. Sono giocatori che non hanno bisogno di presentazioni speciali, perchè sono dei veri campioni che potranno aiutare la Juventus a continuare ad essere una squadra e soprattutto una società vincente".

L'eventuale arrivo di Benatia come lo giudichi?

"Nel caso in cui dovesse arrivare in bianconero, giudico Benatia un calciatore molto bravo e son sicuro che potrà aiutare il reparto difensivo".

Che potenzialità intravedi in Dybala?

"Paulo ha davvero delle grandissime doti, è impossibile stabilirne una sola. Pallone d'Oro? No, è ancora troppo giovane per vincerlo. Buffon? Essermi allenato con Gigi in tutti questi anni è stato meraviglioso, un vero piacere aver giocato con lui".

Infine chiudo chiedendoti del tuo futuro...

"Non ho ancora saputo nulla, rimango in attesa di una eventuale chiamata da parte di qualche società".

Ringraziamo Rubinho per l'enorme disponibilità oltreoceano e un grosso in bocca al lupo da parte di tutta la Redazione affinchè trovi un nuovo impiego.