ESCLUSIVA TJ - Giuliano Giannichedda: "Juve e Sassuolo troveranno l'intesa per Locatelli, più Jesus di Icardi. Chiellini? Per il rinnovo non ci saranno problemi"

20.07.2021 15:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Giuliano Giannichedda: "Juve e Sassuolo troveranno l'intesa per Locatelli, più Jesus di Icardi. Chiellini? Per il rinnovo non ci saranno problemi"
TuttoJuve.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex centrocampista bianconero dal 2005 al 2007, Giuliano Giannichedda, per parlare degli ultimi avvicendamenti in casa Juventus e non solo:

Il mercato in entrata della Juve stenta a decollare, per il momento la società bianconera è molto più attiva per i giovani. Che idea ti sei fatto?

"Mi sono fatto l'idea che siamo solo all'inizio, la Juve dovrà capire prima che succederà con Ronaldo e poi da lì andrà a fare i colpi che servono. E non è che ne occorreranno tantissimi. A mio parere arriveranno al massimo uno o due giocatori".

Resta o non resta Ronaldo, sembra quasi un po' come strappare i petali di una margherita.

"Potrebbe esser così (sorride ndr), parliamo di un campionissimo che vuol sempre vincere. Spetterà a lui far capire che vorrà fare, sono a conoscenza del fatto che ci sia un ottimo rapporto con Agnelli e sicuramente ne parleranno tra di loro. Penso che la Juve poi si muoverà di conseguenza per quanto riguarda il reparto offensivo, perché se dovesse andar via Cristiano servirà un altro attaccante per rimpiazzarlo".

Se dovesse andar via il portoghese, il nome forte potrebbe essere quello di Icardi. Lui e un altro attaccante e il reparto offensivo della Juve sarebbe al completo?

"Più che Icardi, il nome da non farsi sfuggire è Gabriel Jesus. L'argentino lo vedo simile per caratteristiche a Morata, al contrario del brasiliano che è più duttile e molto bravo per la sua giovane età. Lo vedrei bene in Italia".

L'obiettivo per il centrocampo, ormai lo sanno anche i muri, è Manuel Locatelli. E' giusto che la Juve lo insegua a tutti i costi?

"Dicono che Locatelli abbia rifiutato Arsenal e Dortmund, quando gli interessi di un calciatore e di un club collimano è il connubio perfetto. Io lo acquisterei perché è giovane e per le sue qualità, sicuramente il Sassuolo fa il suo gioco ed è giusto farselo pagare per quel che vale. Sono due società che vanno d'accordo, per me troveranno l'intesa. E in più è italiano, può continuare la scia dei connazionali già presenti in rosa".

Come lo faresti giocare Locatelli? E' più adatto per un centrocampo a due o a tre?

"Al Sassuolo giocava a due ed ha fatto molto bene, al Milan era davanti la difesa e l'ho visto bene come mezz'ala. Che è un po' il ruolo che ha fatto con l'Italia all'Europeo. Detto ciò, è un giocatore che si adatta benissimo ad ogni situazione e ovunque lo posizioni non fa male. Da quel che ho sentito la Juve vorrebbe partire con un 4-2-3-1, per me un centrocampo formato da Locatelli e Bentancur sarebbe perfetto per fisicità e tecnica".

Quanto sarebbe stato bello vedere la difesa dell'Italia campione d'Europa riproposta nella Juve? Mi riferisco, chiaramente, a Donnarumma, Bonucci e Chiellini.

"Sarebbe stato intrigante, quello sì, ma Donnarumma costava tantissimo a livello di ingaggio. Ed è anche giusto, perché ha dimostrato di essere il migliore d'Europa insieme a Neuer e Courtois. Penso che tutti avrebbero avuto il piacere di vederlo nella Juve, però nel momento in cui entri nell'ottica delle idee di acquistare un giocatore così devi tener conto della concorrenza. Dispiace non vederlo, ma non dimentichiamo che Szczesny è forte".

Tra l'altro, dei tre citati, ad oggi 20 luglio solo uno è sicuro di essere ancora un giocatore della Juve.

"Per il rinnovo di Giorgio non penso ci saranno problemi, lui è uno di quei pochi giocatori che incarna lo spirito Juve. E' importantissimo in campo e altrettanto lo è per lo spogliatoio, perché insieme a pochi altri può trasmettere i valori del club. Non penso che vorrà andar via, farà il possibile per vincere la Champions League in modo da chiudere il cerchio di una bellissima carriera".

La Serie A ha comunicato anticipi e posticipi delle prime due giornate, che torneo ti aspetti quest'anno?

"Molto bella ed equilibrata, sono rientrati tutti gli allenatori più importanti e che erano stati fuori per un po' di tempo. Questo significa che la Serie A sta tornando d'appeal, perché con tecnici bravi c'è più possibilità di firmare giocatori forti. Mi spiace per Conte, è l'unico che manca qui in mezzo. Sarà difficile fare colpi per via della situazione economica, per cui bisognerà fare e disfare con le rose in proprio possesso".

Si ringrazia Giuliano Giannichedda per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.