ESCLUSIVA TJ - Emiliano Esteves (Ovación): "Difficile trovare in Sud America ragazzi dalle qualità di Bentancur. Riserva? Con Rabiot e Ramsey migliorerà"

10.07.2019 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Emiliano Esteves (Ovación): "Difficile trovare in Sud America ragazzi dalle qualità di Bentancur. Riserva? Con Rabiot e Ramsey migliorerà"

La redazione di Tuttojuve ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega del noto periodico distribuito in Uruguay, Emiliano Esteves, per parlare approfonditamente di Rodrigo Bentancur:

Quale è la tua opinione sulla Coppa America giocata da Rodrigo? Che cosa ti è più piaciuto?

"E' stata una Coppa America molto regolare, Rodrigo è stato uno dei migliori della sua squadra. Ha sbagliato poco, le sue prestazioni sono state più positive che negative. E' stato notevole il suo giocar semplice, la copertura degli spazi e i cambi di tempi. Sono qualità che sono migliorate nel tempo e in ogni partita con l'Uruguay si può vedere come è evoluto il suo calcio. Ha un miglioramento costante".

La Juventus ha appena rinnovato il suo contratto, secondo te ha fatto bene? Anche perché il ragazzo ha avuto diversi apprezzamenti dai club europei più blasonati.

"Sicuramente, è stato un successo! Bentancur è uno dei giovani più talentuosi. In Sud America è difficile trovare qualcuno con le sue qualità. Inoltre, nonostante abbia 22 anni, la sua mentalità e la sua maturità sono fattori a suo favore. I suoi obiettivi sono chiari, spero non si perderà".

Quest'anno, nel centrocampo bianconero sono arrivati Rabiot e Ramsey. E forse ci sarà ancora un altro nuovo acquisto in quella zona di campo. Credi che per Bentancur essere una riserva sarà un bel problema?

Essere una riserva può essere un inconveniente. Per tutti i giocatori della loro età, la cosa più importante è giocare e aggiungere minuti per crescere come giocatore. In ogni caso, in virtù dell'esperienza avuta fino ad ora, avere giocatori come Rabiot o Ramsey può arricchire il suo gioco e può aiutarlo a lavorare ancora più duramente per continuare a crescere".

Senza dimenticarci che il suo nuovo allenatore sarà Maurizio Sarri, abituato ad esaltare i suoi giocatori.

"Sì, senza dubbio. I due anni con Massimiliano Allegri lo hanno indubbiamente aiutato a crescere. E il modo in cui Rodrigo lo ha salutato è una prova piuttosto evidente. L'arrivo di un nuovo allenatore con le sue idee potrebbe aiutarlo ad evolvere altri aspetti del suo gioco".

Si ringrazia Emiliano Esteves per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.