Allegri e sono quattro su quattro: agli ottavi le Big non ci sono per la Juve

 di Giulia Borletto  articolo letto 29345 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Allegri e sono quattro su quattro: agli ottavi le Big non ci sono per la Juve

La storia in Champions continua. Massimiliano Allegri riesce a centrare il passaggio agli ottavi per l'ottava volta consecutiva, la quarta alla guida della Juventus, già questo un piccolo record. Ad Atene poteva sembrare una passeggiata perché dalla competizione l'Olympiacos non poteva chiedere più niente e invece, come da tradizione la squadra greca ha cercato di mettere il bastone tra le ruote ai bianconeri fino all'ultimo, in uno stadio che come da copione ha trascinato la squadra di casa per più di 90'. All'83' tutto si stava infatti complicando, se solo il palo non si fosse messo di mezzo al pallone dell'impronunciabile El Fardou Ben Nabouhane, pallone che avrebbe siglato l'1-1 dopo il vantaggio fulmineo di Cuadrado a gara iniziata. A secondo tempo scaduto un bellissimo gol di Bernardeschi ha chiuso invece i giochi sullo 0-2. La stanchezza post Napoli era immaginabile, cosi come l'attesa nel dover incontrare sabato sera nuovamente la prima in classifica, ovvero l'Inter. Anche per questo alcune imprecisioni e assenza a tratti di brillantezza possono essere scusate, non per altro il passaggio agli ottavi è il primo grande traguardo conquistato, avvenimento che merita in ogni caso un applauso. Ora si dovrà vedere dall'urna di Nyon quale sarà l'avversaria che a marzo riporterà la Juventus sui banchi europei: qualificandosi come secondi, i bianconeri non potranno incrociare squadre forti e anch'esse seconde come Real Madrid, Bayern Monaco e Chelsea, oltre al Barcellona già incontrato in questa fase. Anche questo è comunque, già, un piccolo successo.