SOTTOBOSCO - Bonucci, Higuain, Caldara e l'ultima ossessione Demiral: c'è qualcosa di innaturale nel rapporto Juve-Milan. Un affare allettante e rischioso. Due obiettivi da mollare e due chiavi per Pogba

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
21.07.2019 00:56 di Andrea Bosco   Vedi letture
SOTTOBOSCO - Bonucci, Higuain, Caldara e l'ultima ossessione Demiral: c'è qualcosa di innaturale nel rapporto Juve-Milan. Un affare allettante e rischioso. Due obiettivi da mollare e due chiavi per Pogba

C'è qualche cosa di innaturale nei rapporti tra Juventus e Milan.

Dalla vicenda Bonucci, in poi ...

 Bonucci litiga con Allegri, finisce su uno sgabello, a fine stagione va – strapagato- a Milano. C'è il duo Fassone – Mirabelli al Milan, tribuni di un cinese rimasto a tutt'oggi, misterioso. 

Si accordano con la Juve per 42 milioni, pagabili in più stagioni. La fideiussione a garanzia, la emette una banca di Torino, alla quale abitualmente la Juventus si appoggia.

Dopo una stagione, Bonucci, clamorosamente, torna a casa, “pentito“ . Il Milan dovrebbe aver versato la prima tranche di una decina di milioni. Bonucci torna nell'ambito di un mega scambio: con Caldara (pagato 22 milioni e rilevato dopo due stagioni dall'Atalanta) e Higuain.  

Non chiedetemi lumi sulla contabilità: non ci ho capito un tubo.

Nel frattempo il cinese perde il Milan per una manciata di copechi detenuti dal Fondo Elliott, Al posto di Fassone e Mirabeaux arrivano Maldini e  Leonardo.

Baci, abbracci, promesse. Higuain esordisce alla grande. Gioco e gol. Fino al fattaccio contro la Juve: rigore, parata del polacco, palla sul palo, crisi del Pipa .

Al Milan, nell'attico, si è installato Gadzidis, eminenza grigia di Elliott.

Gadzidis li vuole giovani. E possibilmente con lo “sconto“ .

La storia che a Milano raccontano è che, in crisi esistenziale, Higuain chieda al suo mentore  Sarri, di portarlo al Chelsea. Leonardo, del resto, lo ha invitato “a pedalare“ .

C'è anche un'altra storia, che, egualmente, raccontano. E cioè che Gadzidis, basito per la cifra sborsata da Leonardo per un ultra-trentenne, ne imponga la dipartita .

 Ma il giocatore (allora)  è ancora  di proprietà Juve. Per mandarlo altrove, serve l'assenso di Madama

Perché la Juventus, acconsente? 

 Qualcuno, sostiene, per gli ottimi rapporti tra Fca e Fondo Elliott.

Sta di fatto che la Juventus (tra l'altro neppure larvatamente “minacciata“ da Leonardo:  “a gennaio rimandiamo Higuain a Torino“) si acconcia a spedire l'argentino a Londra, in prestito. E a condizioni capestro.

 Si fosse la Juventus impuntata, non concedendo il placet ad Higuain, il Milan avrebbe perso - a giugno - non riscattandolo, una barca di milioni.

Ma la Juve, benché sia contro il suo interesse,  non si impunta. E il Milan prende (come voleva Gadzidis) dal Genoa il polacco Piatek.

Non basterà per andare in  Champions. Gattuso viene fatto passare alla cassa. Leonardo fa egualmente le valige . Oggi al timone ci sono Maldini e Boban. In panca è arrivato Giampaolo.

Anche la Juve ha cambiato, congedando Allegri e prendendo Sarri. Con il quale a Napoli, Higuain, aveva fatto 36 reti .

Difficilmente il Pipa resterà alla Juventus, benché l'argentino spergiuri di voler rimanere . La Juventus ha in testa un altro attaccante. Ci vorrà, probabilmente una buona-uscita milionaria per convincerlo a trasferirsi alla Roma.

Perché ho riavvolto il nastro? Perché ci risiamo.

 Il Milan ha chiesto alla Juventus Demiral. Lo vuole, lo brama. Il bis del film visto con Caldara .

 Dice: con Bonucci è arrivato l'ottavo scudetto. 

Ma lo scudetto, la Juventus lo avrebbe vinto anche avesse giocato Benatia. Che il Milan  nel giro di partita con Higuain, aveva rifiutato: pretendendo Caldara. 

Il Milan vuole Demiral. Insiste  Ogni giorno, insiste. Lo chiede “assolutamente”, Giampaolo.

I centrali di difesa di Sarri sono cinque: De Ligt (immenso colpo), Bonucci, Rugani, Demiral e Chiellini. Il cui polpaccio dopo il primo allenamento ha (già) ceduto. Arrivato al cruciale match di ritorno con l'Ajax, Allegri si ritrovò con Chiellini infortunato e Rugani titolare. Benatia aveva ottenuto la cessione, rimpiazzato da Caceres, fermato in aeroporto con biglietto aereo destinazione Tokio.

Il Milan vuole Demiral e la Juventus (cosa irritante), non ha ancora provveduto a spiegare che Demiral “è incedibile“ .

Qualora il Milan offrisse davvero 40 milioni, la plusvalenza per il giovane turco (che peraltro a me pare fortissimo) sarebbe allettante.

 Ma sarebbe anche una decisione rischiosa. Quattro centrali (con Chiellini sovente in infermeria) basterebbero ?

 Errare è umano: perseverare, diabolico. In questo caso, masochistico. Paratici ha ordinato flagelli alla Jacopone ?

Io al Milan che mi chiede Demiral, avrei già risposto alla partenopea: “Ma vattenne“ 

Presto sapremo. Anche di Chiesa e (uno esclude l'altro) di Icardi . 

Paul Pogba: io per rivederlo a Torino, mollerei Chiesa ed Icardi. Metterei sul piatto Cancelo e Costa. E aggiungerei del cash . Lo so: l'ingaggio è proibitivo. Ma quello è Pogba.