LA LANTERNA VERDE - Cristiano Ronaldo: rinnovo con spalmatura dell’ingaggio?

17.06.2021 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Cristiano Ronaldo: rinnovo con spalmatura dell’ingaggio?

Ormai non si parla d’altro. Il futuro di Cristiano Ronaldo è argomento topic. Tutti vogliono sapere se il cinque volte Pallone d’Oro proseguirà la sua avventura in bianconero, quindi fino alla chiusura naturale del suo contratto quadriennale, o se si rimetterà in gioco altrove. Probabilmente il primo a volerlo sapere è lo stesso portoghese, anche se per il momento è impegnato in faccende europee… Comunque sia, è solo una questione di tempo. Al termine di Euro 2020 (o anche durante, se il Portogallo dovesse uscire prima del previsto), Mendes, l’agente di CR7 e il più potente agente di mercato nel sistema calcio, svelerà il mistero e informerà tutti della scelta del suo assistito.
Onestamente, c’è una buona fetta di tifosi bianconeri che si augurano che faccia le valigie già quest’estate. Troppo condizionante, troppo ingombrante, troppo caro… Tuttavia, c’è anche chi ricorda che, con il portoghese in campo, si parte quasi sempre con un gol di vantaggio. Quasi certamente la verità sta in mezzo. CR7 è un fenomeno e, come tale, condiziona tutto e tutti. La nuova Juventus di Allegri vorrebbe prendere forma senza limitazioni o condizionamenti. Con la stella portoghese in rosa, è impossibile fare ciò che si vuole. Ti dà tante garanzie in campo ma ti obbliga ad adattarti al suo volere. E’ sempre stato così e sarà sempre così…
E poi c’è la questione stipendio: 31 milioni netti per un’altra stagione. Un’enormità in tempo di Covid. Che fare? Ci sarebbe una soluzione alternativa. CR7 potrebbe anche decidere di rinnovare per un’altra stagione con la Juventus, spalmando il suo ingaggio su due anni. Tradotto: dimezzarsi lo stipendio, avendo in cambio un anno in più di contratto. Così la questione economica sarebbe risolta. Poi, parlando con Allegri, potrebbe convincersi a non dover, per forza di cosa, giocare sempre e comunque. Potrebbe diventare una risorsa spaziale se partisse, ogni tanto dalla panchina. Non male, vero? Dai, davvero pensate che uno come Cristiano Ronaldo, persona e giocatore dall’ego smisurato, possa accettare tutti questi paletti? Uno che, strafottendosene del ruolo di Coca Cola ad Euro 2020 (main sponsor per chi ancora non lo sapesse), esorta a “… bere acqua”, potrebbe mai mettere il bene di tutti gli altri prima di lui? Impossibile…
Quindi, non ci resta che aspettare che il signor Mendes faccia il suo mestiere e ci dica dove giocherà il prossimo anno quello che adora l’acqua e pure l’oro…
E intanto la società Juventus che può fare? Nulla, assolutamente nulla. Fino a quando Sua Maestà non prenderà la decisione finale, tutti immobilizzati. Decide lui chi, come e quando accadono le cose. L’ha capito anche la Coca Cola…