Undici metri - Weekend importante per la classifica, la Juve non può sbagliare. A gennaio cessioni fondamentali per rinforzare la squadra

20.11.2021 16:55 di Brian Liotti   vedi letture
Undici metri -  Weekend importante per la classifica, la Juve non può sbagliare. A gennaio  cessioni fondamentali per rinforzare la squadra

Ritorna il Campionato con una gara insidiosissima per la Juve. A Roma contro la Lazio, Allegri e i suoi dovranno cercare di fare punti per evitare di sprofondare in classifica.

I biancocelesti guidati dall’ex Sarri cercano i 3 punti, sarà una gara interessantissima e complicata per entrambe. Sulla carta la Lazio ha qualcosina in più ma la Juve deve cominciare a mostrare carattere. Se si vuole cercare di recuperare posizioni e scalare la classifica, non si possono toppare gli scontri diretti. E’ troppo importante restare agganciati al treno delle prime posizioni in attesa del mercato di Gennaio. La Lazio è giusto 3 punti sopra la Juve, fate un po’ voi … Sul fronte formazione, Dybala tornato malconcio dagli impegni con l’Argentina resterà a casa. Paulo non avverte fastidi particolari ma farlo giocare sarebbe rischioso, occorre prudenza con i problemi muscolari. Davanti Allegri dovrebbe schierare Chiesa e Morata ma occhio a Kean che è in buona forma. A centrocampo con Locatelli dovrebbe giocare McKennie con Cuadrado e Rabiot sui lati. Dietro i centrali di difesa saranno Bonucci e De Ligt. 
La Juve punta forte soprattutto su Chiesa che dopo un avvio folgorante, da qualche settimana sembra stia rifiatando. Federico con i suoi strappi, le sue accelerazioni e la sua velocità in campo aperto può essere devastante ma Allegri e la Juve gli chiedono soprattutto più gol. Segnare di più è nelle sue corde.  
Sul fronte laziale, Sarri potrebbe in extremis recuperare Immobile e in attacco dovrebbe schierare Pedro con Immobile (o Zaccagni in caso di forfait del bomber), con Milinkovic Savic e Luis Alberto alle spalle.

Questo weekend sarà importantissimo sul fronte alta classifica, perché si giocherà anche Inter – Napoli con in nerazzurri un po’ in emergenza. La squadra di Spalletti potrebbe davvero approfittarne per dare un ulteriore scossa alla classifica e confermare il primato.

Intanto il mercato di Gennaio è alle porte. La Juventus sicuramente farà qualcosa. Ribadisco un concetto: mai come quest’anno il mercato di Gennaio per la Juve sarà prezioso e fondamentale. Gennaio potrebbe essere un importante alleato a patto che si abbiano idee chiare e progetti concreti. Ai bianconeri servirebbero almeno due giocatori, un centrocampista e una punta. In particolare a centrocampo la Juve soffre (e non da quest’anno).
E’ vero che di solito i grossi nomi a Gennaio non si muovono mai, ma quest’anno forse potrebbe non essere così se consideriamo che molti giocatori sono prossimi alla scadenza dei rispettivi contratti e potrebbero muoversi già nella sessione invernale del mercato.

I soldi in cassa sono pochi e questo non consente troppi voli pindarici, tradotto Pogba dovrebbe (purtroppo) rimanere un sogno. I nomi che girano mi sembrano ottimi profili, da Zakaria (che comunque pare preferirebbe giocare in Premier) al giovane Tchouameni (che ha già una valutazione altissima), dalla new entry Kamara, a Gravenberch per il quale (come sapete) stravedo. Su Witsel che continuano ad associare alla Juve, ho qualche perplessità legata soprattutto alla sua età. Tolisso è un altro nome che gira, qui i dubbi potrebbero essere sulla tenuta fisica ma sul valore del giocatore non c’è nulla da dire. Ma qualsiasi operazione in entrata dipende dalle cessioni. 

Per fare mercato occorre anche che qualcuno saluti la compagnia. McKennie e Kulusevski hanno mercato, anche se il texano ultimamente sembra entrato in sintonia con Allegri e sembra calato nel progetto. Ramsey continua ad essere un oggetto misterioso, decisivo e goleador in nazionale, spesso infortunato e deludente in bianconero. Il gallese potrebbe rescindere o andare via in prestito questo per risparmiare almeno sull’ingaggio “monstre”. Anche qui la situazione è in evoluzione. Spifferi dell’ultima ora parlano di un reale interesse del Newcastle per Rabiot. Vedremo.

Con qualche cessione, forse qualcosa potrebbe accadere. Servono comunque giocatori forti, funzionali al progetto di Allegri e non solo a centrocampo. Anche davanti servirebbe un bomber, uno che la butti dentro. Piace e non è un mistero Vlahovic, ma costa tantissimo. La Viola preferirebbe forse cederlo in Premier anche per guadagnare di più. Haaland è oggi e sarà per anni un rimpianto grande come una casa. Sul mercato resta ben poco, forse Icardi, giocatore che ad Allegri è sempre piaciuto. Di certo c’è Alvarez, la nuova stella argentina del River Plate su cui è forte il pressing del Real Madrid. Se si parla tanto anche di attaccanti in chiave mercato è forse perché Morata non sta rendendo al massimo e segna poco, ma Alvaro potrebbe far cambiare idea a tutti riprendendo a segnare e ad essere decisivo magari proprio a partire dalla gara di Roma contro la Lazio. Chissà…