Coppa Italia, Juventus-Milan 0-0: le pagelle. Bentancur si prende la scena, Ronaldo in ombra

12.06.2020 23:00 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Coppa Italia, Juventus-Milan 0-0: le pagelle. Bentancur si prende la scena, Ronaldo in ombra

Buffon 6 - Spettatore non pagante per larga parte del match. Il Milan resta in dieci uomini e dalle sue parti si vede col contagocce e quando lo fa non centra lo specchio difeso dal 77 bianconero.

Danilo 6 - Parte col giusto piglio proponendosi con tempismo. Viene abbattuto da un brutto fallo di Rebic che avrebbe potuto fargli molto male. Rischia quando si perde Calhanoglu a inizio secondo tempo: per sua fortuna il turco non centra la porta (85’ Cuadrado 6 - Propositivo sin dal primo pallone giocato. Gli bastano pochi minuti per incidere con la sua velocità sul resto della squadra).

De Ligt 7 - Finché Rebic è in campo lo neutralizza insieme al compagno di reparto in zona centrale. Pericoloso quando porta la sua altezza nell’area di rigore avversaria.

Bonucci 6 - Fa bene la guardia assieme a De Ligt. Perde un paio di duelli fisici con Leao a cui poi rimedia con l’aiuto dei compagni.

Alex Sandro 6,5 - Sovrapposizioni costanti e continue lungo la fascia di competenza dove con Douglas Costa forma un’accoppiata a tratti devastante. Sfiora il gol nel finale con una gran conclusione al volo.

Bentancur 7 - Questa sera gli tocca spostarsi sul centrodestra per lasciare spazio in zona centrale a Pjanic. Anche in questa posizione dà sfoggio delle sue qualità dimostrando di essere imprescindibile nello scacchiere bianconero: recupera, cuce, si allarga e avvia la fase di pressione. Chapeau.

Pjanic 5 - Ci si aspettavano risposte dal bosniaco vista la fiducia di Sarri: prima a parole, poi consegnandogli una maglia da titolare. Tiene alto il baricentro, favorito anche dall’inferiorità numerica rossonera, ma si fa vedere poco dai compagni che fanno fatica a coinvolgerlo con la costanza necessaria in quella porzione di campo (62’ Khedira 6 - Un paio di inserimenti dei suoi non premiati a dovere dai compagni. Anche se a ritmo decisamente cadenzato mostra letture che altri non hanno).

Matuidi 6 - Come al solito fa il suo. Lo stop forzato di tre mesi non ha forzato il motorino che ha nelle gambe. Arriva puntuale a metà primo tempo sul cross di Danilo ma non riesce a colpire con precisione la sfera rendendo facile il lavoro a Donnarumma (62’ Rabiot 5,5 - Ingresso un po’ molle, non dà l’apporto che sperava Sarri con il suo ingresso in campo).

Douglas Costa 6 - Pronti via e dopo 70 secondi sfiora la rete incrociando un filo troppo col sinistro sul secondo palo. Si muove con continuità facendosi trovare a destra, a sinistra e in zona centrale scambiando con i compagni. Dopo 30 minuti ad altissimi livelli cala fisicamente e gli avversari riescono a fermarlo con maggiore semplicità portandolo a perdere un numero elevato di possessi (62’ Bernardeschi 5,5 - Torna a fare l’esterno d’attacco piazzandosi sulla sinistra dove Sarri lo catechizza ripetutamente. Positivi impegno e predisposizione al sacrificio, meno alcune giocate in cui si intestardisce che non gli permettono di fare la differenza).

Cristiano Ronaldo 5 - Il palo gli dice di no quando dopo un quarto d’ora chiude dagli 11 metri il destro non riuscendo a sbloccare la semifinale contro il Milan. Non in una delle sue migliori serate, spara a salve non riuscendo mai a rendersi realmente pericoloso. A tratti appare anche un po’ impacciato.

Dybala 6,5 - A sorpresa Sarri gli dà nuovamente spazio sul lato destro del tinnente offensivo con licenza di accentrarsi e colpire. Ci riesce a fasi alterne ben schermato dagli avversari. Fondamentale quando si abbassa per scambiare con i centrocampisti.

All. Sarri 6,5 - La partenza dei suoi è sprint e dura per una buona mezz’ora senza riuscire però a concretizzare. La ripartenza aveva tante incognite, fondamentale conquistare l’accesso alla finale che il risultato garantisce. Da domani la testa va sulla conquista del primo titolo della stagione.

L’AVVERSARIO

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G. 6,5; Conti 5,5 (88’ Saelemaekers S.V.), Kjaer 6,5, Romagnoli 6,5, Calabria 6 (88’ Laxalt S.V.); Kessié 6 (81’ Krunic S.V.), Bennacer 5,5; Paquetá 6 (81’ Colombo S.V.), Bonaventura 5 (52’ Leao 6), Calhanoglu 6; Rebic 4. All. Pioli 6.