Barcellona-Juventus 0-3, le pagelle dei bianconeri: CR7 e Arthur vincono le sfide contro Messi e Pjanic. McKennie non si ferma più

08.12.2020 23:15 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Barcellona-Juventus 0-3, le pagelle dei bianconeri: CR7 e Arthur vincono le sfide contro Messi e Pjanic. McKennie non si ferma più
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Buffon 6.5: Non è da tutti a 42 anni suonati uscire da imbattuto dal Camp Nou. Schierato titolare, il portierone campione del mondo risponde presente. La scarsa vena offensiva del Barcellona lo aiuta, ma lui si fa trovare pronto ogni volta che ce n’è bisogno.

Danilo 6,5: Pochi brividi, tante certezze in difesa. Regala un pallone solo al Barcellona, sanguinoso, ma poi rientra subito in carreggiata e conferma che dalle sue parti non si passa.

Bonucci 7: Fa buona guarda in difesa senza mai andare eccessivamente in affanno. Nel finale ha l’occasione per mettere il sigillo con un gol, ma l’arbiro annulla per posizione di offside dello stesso difensore. La prestazione resta comunque notevole.

De Ligt 7: All’andata non mancava solo Cristiano Ronaldo, mancava anche il roccioso centrale olandese che si conferma, proprio assieme al portoghese, il colpo degli ultimi anni della Juve. Ancora una prestazione sontuosa per il centrale.

Alex Sandro 7: Anche lui è un recupero importante per la Vecchia Signora. Si aggiudica il duello con Dest e mette insieme una prestazione da incorniciare sia in attacco che in difesa. Adesso l’obiettivo è quello della continuità.

Cuadrado 7: Si conferma uno dei migliori della Juve in questo avvio di stagione. Dal suo piede nascono le occasioni migliori, compreso il 2-0 di McKennie. Sta crescendo anche in fase difensiva e questa è l’ennesima buona notizia della serata. Dall’85’ Bernardeschi s.v.

Arthur 7: Il suo acquisto era uno dei punti interrogativi del mercato estivo. All’8 dicembre possiamo dire che il brasiliano un posto in questa Juve sembra averlo trovato: stravince il duello a distanza con Pjanic, seppur prendendosi qualche rischio. Dal 71’ Bentancur 6: Aiuta a fare legna in mezzo al campo quando serve difendere il risultato.

McKennie 7,5: Conferma il suo buon momento di forma con un’ottima prestazione, condita anche da un gol di pregevole fattura. Già idolo dei tifosi, per lo statunitense ennesima prestazione positiva di questo avvio di stagione.

Ramsey 6,5: Anche il gallese sembra più inserito negli schemi tattici di Andrea Pirlo. Se la condizione fisica lo assiste, l’ex Arsenal può regalare grandi geometrie in mezzo al campo. Forse qualche pausa di troppo nell’arco dei 90’ Dal 71’ Rabiot s.v. Come Bentancur entra in campo con il piglio giusto quando serve soffrire.

Morata 6,5: Stasera non arriva il gol, ma gli spunti positivi non mancano. Impegna da solo la difesa blaugrana permettendo ai compagni di colpire, offrendo un punti di riferimento importante. Unico neo il giallo stupido rimediato nella ripresa. Dall’85’ Dybala s.v.

Ronaldo 7.5: Era l’uomo più atteso e lui non delude. Manca il gol su azione, ma non importa a nessuno. Chiamato due volte sul dischetto, in entrambe le occasioni non si fa ipnotizzare da Ter Stegen. In queste partite si accende, dimostrando di aver ritrovato la brillantezza che forse nelle ultime uscite era mancata. Dal 91’ Chiesa s.v.

Allenatore - Pirlo 7,5: Se in questo avvio di stagione aveva mostrato qualche incertezza, stavolta Pirlo le azzecca tutte. Indovinata la formazione titolare, seppur con qualche rotazione ragionata, azzeccate anche le sostituzioni. E arriva anche la prima vittoria in una sfida di cartello a pochi giorni dal trionfo nel derby.