ESCLUSIVA TJ - Tiberio Guarente: "Gosens da Juve. Bianconeri più compassati dell'Atalanta. Avrei dato un'altra stagione di tempo a Sarri"

17.04.2021 14:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Tiberio Guarente: "Gosens da Juve. Bianconeri più compassati dell'Atalanta. Avrei dato un'altra stagione di tempo a Sarri"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Riguardo all'imminente Atalanta-Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Tiberio Guarente, calciatore della Dea tra il 2007 e il 2010.

Atalanta-Juventus. Che tipo di partita ti aspetti?

"Sono due squadre che stanno vivendo un buon periodo. L'Atalanta è forse meno compassata della Juventus, ma i bianconeri hanno grandissime qualità individuali".

Sarà una sorta di antipasto della finale di Coppa Italia?

"Ogni partita è un film a sè. Anche una partita stessa può diventare un'altra da un momento all'altro. L'Atalanta è specialista in questo, con la ua velocità".

In orbita bianconera è molto chiacchierato Gosens. Dal tuo punto di vista è un calciatore, a tutti gli effetti, da Juventus?

"E' uno dei laterali più forti in assoluto. Spinge molto, crossa e, soprattutto, segna!".

Conosci a perfezione la piazza di Bergamo, laddove ha cominciato Dejan Kulusevski. Come ti spieghi le sue difficoltà di ambientamento in bianconero?

"E' in una squadra in cui sicuramente le aspettative sono molto alte. In più è capitato in una stagione differente per la Juve rispetto agli altri anni. Credo che il giocatore abbia risentito di tutto questo".

Da ex mediano: come commenti il centrocampo della Juve?

"Non mi entusiasma. La Juve aveva maggiori qualità in passato. Si punta il dito contro Pirlo, ma a centrocampo ha giocatori con caratteristiche completamente diverse da quando, per esempio, a centrocampo nella Juve giocava lui"

Hai giocato anche in Spagna, al Siviglia. A tal proposito: come leggi le difficoltà di Arthur in bianconero? Ha pagato eccessivamente il passaggio da Liga a Serie A?

"Secondo me sì. Lo seguo da molto: è molto forte. Forse però il suo gioco non è compatibile con il campionato italiano".

Sempre ai tempi del Siviglia avesti modo di affrontare CR7. E' ancora imprescindibile per la Juve o i bianconeri dovrebbero iniziare a guardare oltre?

"Per me è un valore aggiunto ancora oggi. Fossi nella Juve farei di tutto per non farlo partire".

Sei stato allenato da Sarri all'Empoli: a tuo giudizio che cosa non ha funzionato tra lui e la Juve?

"Per me non gli è stato dato abbastanza tempo. Sarri è uno dei migliori allenatori in Europa. Il suo calcio ha caratteristiche ben precise. Se gli fosse stato dato più tempo, magari un'altra stagione, chissà".

Si ringrazia Tiberio Guarente per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.