MORATA a Sky: "Gol? Non mi cambia niente, dispiace non aver vinto. Di solito tutto il Paese sta con la Nazionale, invece non vedono l'ora di buttarci di tutto addosso"

19.06.2021 23:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
MORATA a Sky: "Gol? Non mi cambia niente, dispiace non aver vinto. Di solito tutto il Paese sta con la Nazionale, invece non vedono l'ora di buttarci di tutto addosso"
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Alvaro Morata è intervenuto ai microfoni di Sky dopo il pari con la Polonia. Ecco quanto raccolto da Tuttojuve.com:

era stata una vigilia molto intensa, con quelle parole, con tutto quello che si era detto. Hai risposto sul campo, hai trovato il gol, ma non è bastato per la vittoria. Più contento per il gol o più deluso per il pareggio?
"No, alla fine bisogna pensare alla squadra, questo è uno sport collettivo, che si gioca di squadra e sinceramente non mi cambia niente segnare o non segnare se pareggiamo, non sono quel tipo di persona. Mi dispiace che non siamo riusciti a portare i tre punti  a casa; abbiamo ancora una finale, ne passano tre, possiamo stare dentro anche le migliori tre, bisogna avere fede, lavorare ogni giorni di più. Se noi ascoltiamo quello che ci dicono qua, non va bene, perchè stanno aspettando tutti per buttarci di tutto addosso. Di solito nelle nazionali, quando arriva una  competizione così, tutto il Paese sta con i giocatori. Noi sappiamo di venire da una nazione di geni, che hanno vinto tutto, è difficile per noi, però bisogna crederci sempre".

Cosa c'era in quell'abbraccio con Luis Enrique?
"Niente, stavo andando da Alice per farle una dedica, l'ho visto e l'ho ringraziato per la fiducia che dà a me e a tutta la squadra. Mi dispiace veramente di non aver portato i tre punti a casa".

Sul rigore di Moreno, cosa è successo? E' rimbalzata male?
"Arriva quella palla a duemila all'ora, è difficile, però non so, devo rivedere anche quella che ho avuto con Tek, era troppo vicino, non so se potevo fare un'altra scelta, sono gicoate così veloci che sono difficile da vedere dal campo, ma bisogna andare a vincere l'ultima partita e giocarci tutto".