Gazzetta - Nonge, la sostituzione non era una punizione

05.03.2024 09:20 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Gazzetta - Nonge, la sostituzione non era una punizione
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Come riporta Gazzetta, "Nonge, la sostituzione non era una punizione".Una sostituzione che sembrava una punizione ma che per Max è stato un tentativo di protezione. Joseph Nonge, 18 anni, una cascata di treccine e una manciata di minuti giocati tra i grandi in questa stagione, non dimenticherà in fretta la notte del Maradona. Quasi tutti, hanno letto nella scelta del tecnico bianconero di sostituirlo come una bocciatura.

In realtà non voleva esserlo, perché dietro al cambio di Allegri c’era una motivazione strategica oltre al desiderio di proteggerlo. Con la squadra sotto di un gol ha deciso di mettere un attaccante in più (Milik) per giocarsi il tutto per tutto e contemporaneamente anche un difensore (Danilo, che ha rilevato Nonge) per garantire più equilibrio.