Derby d'Italia, Domenghini: "Non conta per lo Scudetto, ma è importante per il morale"

16.01.2021 15:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Derby d'Italia, Domenghini: "Non conta per lo Scudetto, ma è importante per il morale"
TuttoJuve.com

Angelo Domenghini, simbolo del calcio italiano e che ha fatto la storia anche dell'Inter parla del derby d'Italia: "Sarà un bel match - dice a Tuttomercatoweb.com - lo aspettano tutti. Peccato che non ci sia il pubblico, giocare a calcio senza spettatori non è più calcio. Tanti giocatori in questa situazione possono fare giocate diverse rispetto a quando ci sono i tifosi, a seconda dei fischi o degli applausi..."

Questa Inter che sensazioni trasmette?
"Le sensazioni sono sempre buone, poi serve la continuità, ma mi fa paura il Milan. Pioli ha dato una carica agonistica incredibile, i rossoneri vanno in campo con una determinazione eccezionale e poi hanno una condizione fisica ottima, giocano un calcio aggressivo. Inter-Juve sarà una gara aperta, è leggermente favorita l'Inter perchè è in casa ma è senza pubblico".

Come la imposterà l'Inter?
L'Inter gioca sulle due punte, farà possesso palla nel reparto difensivo, cosa che non mi piace perchè è una perdita di tempo giocare col portiere e i difensori. Sicurmente la squadra di Conte giocherà allo stesso modo, la Juve come caratteristiche non va a pressare Handanovic e i tre difensori".

Nella Juve non ci sarà De Ligt: poteva essere l'uomo giusto per fermare Lukaku...
"Eh ma ce ne sarà un altro, Chiellini sta ritrovando la condizione"

Quanto conta per lo scudetto?
Niente, perchè ce ne sono poi tante altre... Non è finito neanche il girone d'andata. Per il morale è importante e per chi vince scatta una scintilla, la voglia, l'entusiasmo per il futuro. Perdere vuol dire rallentare e un calo dell'autostima".