ALLEGRI NON C'E' MA SI FA SENTIRE!

09.01.2022 09:30 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ALLEGRI NON C'E' MA SI FA SENTIRE!
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri non ci sarà fermato dopo il caldo finale con il Napoli con proteste vivaci, un pò giustificate, un pò nervose. La squalifica secondo il mister ci stava, ma anche se non ci sarà fisicamente, Allegri si farà sentire.

Le difficoltà le conosciamo, la Roma è una gara complicata con una squadra arrabbiata dopo San Siro e con ottimi individualità. Servirà una bella gara sotto tutti i punti di vista. Qualche cambio, rispetto al Napoli ci sarà, dopo una settimana di duro lavoro. Da capire chi verrà schierato, Dybala dovrebbe esserci dall'inizio mentre Chiesa potrebbe anche entrare a gara in corso per dare freschezza. Sicuramente fuori Alex Sandro, tornerà Chiellini poi Kaio Jorge e Pellegrini non sono in condizioni ottimali. Arthur è rientrato ed è in una buona condizione. È un giocatore che se non ha i 90 minuti nelle gambe resta un cambio importante

I RITORNI E LA DELUSIONE -Negli occhi ancora la delusione per la gara con il Napoli: "Tutti ci aspettavamo di battere il Napoli per portarci a due punti da loro. Però è uno scontro diretto e siamo rimasti alla stessa distanza. Abbiamo fatto cose buone e cose meno buone. Stiamo crescendo però, stiamo recuperando tanti giocatori. Danilo lunedì sarà completamente recuperato, Dybala e Chiesa stanno meglio, è tornato Chiellini. Sono bei segnali perché tra 15 giorni potrei avere la rosa al completo. La squadra ha fatto buone cose, abbiamo subito un gol sciocco però il Napoli è forte ed ha un bel palleggio e noi dovevamo sfruttare meglio alcune situazione offensive. La squadra sta migliorando e ci vuole un pochino di pazienza e lo sapevo. Non sono spaventato da questo. È normale che tutti vogliono vincere ma bisogna costruire per poi lottare per lo scudetto".

I PROBLEMI - i problemi sicuramente ci sono, ma Allegri vede il bicchiere mezzo pieno: "Questa squadra non ha problemi irrisolvibili, stiamo lavorando per migliorare le qualità del gioco e della fase di realizzazione. Su questo dobbiamo lavorare per arrivare in fondo e per entrare nelle prime quattro che è l'obiettivo della stagione. Poi dobbiamo giocare in Champions, la Supercoppa ancora il campionato. Bisogna arrivare con una crescita importante e capire certi momenti della partita che è importante. Più si gioca, più c'è esperienza. Sono sereno. Ho sempre pesato che l'Inter e poi le altre a parte il Milan che sta facendo grandi cose e poi le altre se la giocano per la Champions. Vediamo dopo tutti questi scontri diretti dove siamo. Io dico sempre che si pensa di cambiare giocatori ma tutti hanno le loro caratteristiche. La Juventus ha cambiato molto, prima aveva tanti giocatori di esperienza ora invece ci sono giocatori con meno esperienza e con caratteristiche completamente diverse. Ora bisogna lavorare su questi che hanno altre caratteristiche. I giocatori non sono delle macchine e sono completamente diversi tra loro. Per questo ci sono i cicli dove per tanti anni fai delle vittorie e altri dove devi lavorare per costruire altri cicli".

Insomma, si lavora per il futuro, obiettivo quarto posto, ma anche quello senza continuità di vittorie diventa difficile,. a Roma servirebbe un'impresa con una bella vittoria, chissà se Allegri riuscirà ad ottenerla dopo la delusione della calza della Befana, con una serata non in linea con le aspettative.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve