Moby Dick - Sarri, altra mentalità rispetto a Conte e Allegri. La Juventus inizia a far paura: ora ha davvero una dimensione internazionale

Corrispondente Daily Mail, autore di 9 libri. Autore e conduttore programma #Alvolante per AntennaSud. Vincitore Overtime Festival della Comunicazione del giornalismo e del premio Campione Odg Puglia
23.10.2019 14:02 di Alvise Cagnazzo Twitter:    Vedi letture
Moby Dick - Sarri, altra mentalità rispetto a Conte e Allegri. La Juventus inizia a far paura: ora ha davvero una dimensione internazionale

La Juventus inizia a far paura perché vince consapevolmente, perché decide quando scalare le marce, quando aggredire l’avversario con un violento uno-due. Probabilmente la Juventus di Conte o di Allegri avrebbe arretrato il proprio baricentro, affidandosi ad uno schema più prudente.

Con ogni probabilità, qualora fosse stato ancora a disposizione e qualora ci fosse stato un ulteriore cambio a disposizione, sarebbe stato inserito Barzagli subito dopo il raggiungimento del vantaggio. Sarri ha un’altra mentalità, desidera dominare le partite. O forse sarebbe più opportuno dire gestire le gare con il possesso del pallone e della manovra.

Un modo come un altro per condurre le danze senza subirle, saldando la difesa con improbabili imbottiture “a cinque”, rendendo ancora più sofferente la difesa del vantaggio. La migliore difesa è pero’ l’attacco, almeno secondo il “pensiero stupendo” di Sarri.

Inserire Rabiot, aggiungendolo al tridente formato da Dybala, Higuain e Cristiano Ronaldo è stata una mossa più che coraggiosa, difficilmente ripetibile con altre guide tecniche in panchina. Questo cambio di mentalità ha finalmente riconosciuto alla Juventus una dimensione internazionale, scrollando di dosso la paura atavica di soffrire oltre il perimetro italiano delimitato dalla Alpi. Questa nuova Juventus piace, questa nuova mentalità inizia a fare paura