IL SANTO DELLA DOMENICA- Giampiero Boniperti, una leggenda da tramandare alle nuove generazioni bianconere. Adesso tutto su Locatelli e poi...

20.06.2021 00:03 di Alessandro Santarelli   vedi letture
IL SANTO DELLA DOMENICA- Giampiero Boniperti, una leggenda da tramandare alle nuove generazioni bianconere. Adesso tutto  su Locatelli e poi...

Il vuoto che ci lascia il presidente, si può colmare pensando solo che lo abbiamo avuto con noi, che ci ha fatto innamorare della Juve, che ci ha indicato una strada, assieme all’Avvocato, a Umberto Agnelli, a Vittorio Chiusano. Noi siamo questi, quelli di Scirea, di Alessandro Del Piero. Tutte figure uniche, e ci perdoneranno  quelli che non citiamo per motivi di spazio, che soltanto la Juventus può vantare nella propria storia. Dobbiamo però affidarci un compito: noi di una certa età che abbiamo avuto la fortuna di vivere Boniperti, abbiamo il dovere di  tramandare quello che il presidente è stato, alle nuove generazioni. Far capire ai più giovani  la Juventus, il senso profondo di essere juventini, l’onore, la storia l’amore che c’e’ dietro quella maglia, che non è una maglia uguale alle altre e mai lo sarà. Spiegare e raccontare la Juventus, oltre e fuori dal campo, è un dovere che tutti noi abbiamo. L’augurio e l’auspicio è che adesso la società intitoli magari il centro sportivo della Continassa proprio a Boniperti, che alla Juventus e per la Juventus ha dato la sua vita. Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta. Ne siamo orgogliosi e fieri caro presidente.

E per tornare a vincere la Juve sta muovendo le prime pedine in vista del mercato, che ricordiamo ufficialmente scatterà il primo di Luglio. Una mossa a prescindere dalle uscite la si farà, e tutto lascia pensare che lo sforzo economico verrà concentrato su Locatelli. Il Sassuolo sembra orientato ad alimentare un’asta, il giocatore però ha già espresso la sua preferenza, vuole rimanere in Italia e accettare le lusinghe della Juve. Non sarà una trattativa semplice, ma la Juve farà di tutto per portarla a casa nel più breve tempo possibile. Successivamente si agirà seguendo il concetto di “ uno entra uno esce” o viceversa. Nelle ultime ore sono sempre più insistenti le voci che parlano di un possibile aumento di capitale che si aggirerebbe attorno ai 200 milioni. Se cosi dovesse essere è del tutto evidente che i soldi andrebbero a ripianare le perdite e non certo a finanziare il mercato. Questa però è la nostra grande garanzia, cioè che dietro alla Juve c’è una famiglia innamorata dei due colori, e una “ cassaforte” che anche nei momenti più difficili, può essere aperta.

Massimiliano Allegri avrà, fra gli altri, anche il compito di “rigenerare” alcuni giocatori. Fuori dai radar Ramsey, difficile pensare a Bernardeschi ancora in bianconero, per gli altri potrebbe aprirsi la possibilità di dimostrare quello che si è perso negli ultimi due anni. Ci sarà anche qualche giovane sul quale scommettere, e qui toccherà all’allenatore fare i nomi. Qualche giorno ancora e il mercato entrerà nel vivo.

“ la Juve non è soltanto la squadra del mio cuore, è il mio cuore”….Ciao presidente, e grazie di tutto, ma soprattutto grazie per avermi fatto innamorare della Juve….