ESCLUSIVA TJ - Ivanovski presenta il Malmö: "Metterà in difficoltà la Juve, Tomasson giocherà con intensità e pressione. Kulusevski? E' la stella della nazionale, sarà ispirato in Svezia"

14.09.2021 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Ivanovski presenta il Malmö: "Metterà in difficoltà la Juve, Tomasson giocherà con intensità e pressione. Kulusevski? E' la stella della nazionale, sarà ispirato in Svezia"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega vicinissimo alle vicende del Malmö FF, Alexander Ivanovski, per parlare approfonditamente dei prossimi rivali europei della Juve e non solo:

La Juventus ha iniziato male la stagione ed è in grande difficoltà. Il Malmö potrebbe essere bravo a trarre vantaggio da questa situazione?

"Quando il sorteggio ha designato il Malmö alla Juventus, il primo pensiero è stato subito rivolto alla difficoltà del match. Ma un po' di ottimismo, non lo nascondo, è cresciuto con l'addio di Ronaldo e la falsa partenza in campionato dei bianconeri. Il Malmö è migliore di quello del 2014, è una buona squadra e credo che metterà a dura prova la Juve. Almeno nel match casalingo di stasera".

Quindi, ad oggi, il Malmö può ritenersi favorito per il match di questa sera?

"Beh no, la Juventus è una squadra molto migliore del Malmö. Questo non va affatto dimenticato. Ma nel calcio, soprattutto in Champions, tutto può sempre succedere. Match di questa difficoltà aumentano la forza di una squadra, decisamente di più rispetto a quanto non accade in campionato nel momento in cui si affrontano le squadre più piccole".

In Svezia che si dice riguardo questa sfida?

"Tutti sanno che la Juventus è un club molto grande e non è mai facile affrontarla. Le squadre italiane, in particolare quella bianconera, hanno un'ottima difesa e quindi sarà difficile segnare. Le speranze non sono molto alte, ma c'è qualcosa di speciale tra il Malmö e le partite casalinghe in questa competizione. L'atmosfera è speciale e i giocatori salgono di livello, la gente spera in una notte magica e in una bella partita".

Quali sono le principali difficoltà che incontrerà la Juventus? Come se la giocherà Tomasson che è una vecchia conoscenza del calcio italiano?

"Se l'allenatore Jon Dahl Tomasson deciderà di giocare come le scorse partite, il Malmö applicherà una pressione molto alta e cercherà di rubare il più possibile il pallone per poi ripartire. Contro i grandi club, in genere, si schiera con il 5-3-2 e questo potrebbe rendere difficile la vita ai bianconeri".

Ci hai presentato la squadra, invece quali sono i giocatori da tenere più sott'occhio?

"In difesa la star si chiama Anel Ahmedhodzic, mentre in attacco direi che Veljko Birmancevic è da tenere d'occhio. Il serbo è arrivato al Malmö prima dell'inizio della stagione a marzo ed è diventato uno dei giocatori più importanti dell'attacco insieme ad Antonio Colak che è stato protagonista nelle qualificazioni con tanti gol e assist importanti. Il centrocampista Anders Christiansen è la chiave offensiva, da lui partono tutte le trame di gioco".

Il Malmö ha superato tre turni di qualificazione per essere qui in Champions League. Può continuare a stupire?

"Sicuramente sarà difficile ottenere dei buoni risultati contro Chelsea e Juventus, ma c'è un'ottima competitività nel girone e speriamo che possano tirare fuori quel qualcosa in più nelle partite in casa. Un punto questa sera significherebbe molto sia per la squadra, in generale, che per il gruppo in quanto così la lotta per il terzo posto con lo Zenit potrebbe essere più aperta".

Nella Juve non è ancora riuscito a incidere, ma in Nazionale è una delle stelle. Quali sono le aspettative per Dejan Kulusevski?

"Qui c'è un gran rispetto per Kulusevski, specialmente dopo le sue buone prestazioni in nazionale. La Nazionale è in un periodo di transizione e Dejan è la più grande stella assieme ad Isak, per cui credono tantissimo in lui. Le aspettative sono alte, ma allo stesso tempo è ancora piuttosto giovane e potrebbe arrivare all'apice tra un paio d'anni. Sarà la prima volta che giocherà la Champions in Svezia, a mio parere sarà molto ispirato".

Puoi indicare la possibile formazione di Malmö?

"Nelle ultime settimane diversi giocatori importanti si sono fatti male. Johan Dahlin, il primo portiere, non ce la farà e ci sono grossi dubbi su Niclas Moisander e Oscar Lewicki visto che si stanno ristabilendo proprio in questi giorni. Anche Innocent si è fatto male nell'ultimo match di campionato e molto probabilmente salterà la partita. In porta sicuramente ci sarà Diawara, a tre si disporrebbe con Ahmedhozic, Nielsen e Moisander mentre a quattro accanto ai primi due che sarebbero i centrali ci sarebbero Beijmo ed Olsson. A centrocampo Rakip, Lewicki, Christiansen e Rieks ( a cinque ci sarebbe Berget), in avanti Birmancevic e Colak".

Si ringrazia Alexander Ivanovski per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.