Di Napoli: "La Juve ha grandi calciatori, il Milan a rischio"

04.05.2021 22:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Di Napoli: "La Juve ha grandi calciatori, il Milan a rischio"
TuttoJuve.com
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Arturo Di Napoli, ex calciatore di Napoli e Inter, è intervenuto ai microfoni de "I Tirapietre", trasmissione condotta da Luca Cirillo e Donato Martucci, con la partecipazione di Francesco Capodanno, sulle frequenze di Radio Amore Campania. Ecco quanto evidenziato: "Napoli è una piazza che amo, i miei genitori sono napoletani. Quando le cose non andavano bene, i miei fratelli non mi parlavano, loro erano letteralmente malati del Napoli. Il momento più bello è proprio aver indossato quella maglia, la città è straordinaria. I napoletani sono sempre un passo avanti, per come affrontano i problemi e la vita. Indossare questa maglia azzurra è stato un privilegio per me, un top club, e lo sta dimostrando. Partecipazione a Stranamore? Sì, ricordo che ero a Soccavo, e c'era il camper di Stranamore, pensavamo fosse per Colonnese, invece era per me. Non ci volevo andare assolutamente, non mi piaceva la cosa. C'era un macello fuori il centro tecnico del Napoli Paradiso. Il Napoli di Gattuso? C'era una polveriera quando arrivò, ha messo tutto in sesto. Poi è arrivato questo covid maledetto, ha perso i calciatori più importanti in questa stagione, come se all'Inter toglievi Lautaro. Un peccato per una questione di mentalità, contro il Cagliari sono due punti persi: c'è poco tempo per recuperare. Ma c'è lo scontro diretto tra Juventus e Milan, il Napoli non può più permettersi passi falsi. Con qualche acquisto mirato può fare grandi cose, il gap si è assottigliato. Il valzer delle panchine è molto intrigante, ma sono per la continuità e alla lunga paga. Gattuso ha dimostrato di saper fare calcio, e vorrei tanto che rimanesse lui a Napoli, possono fare ancora grandi cose. Conte? Attira le attenzioni su di sé per lasciare libera la squadra. Può piacere o no, ma ha un timbro chiaro. I calciatori sanno quello che devono fare. Ha dato un'impronta importante ai nerazzurri, c'è molto del suo in questo scudetto nerazzurro. Per me è stato un bene l'uscita dalla Champions League, l'obiettivo dell'Inter era quello di affermarsi in Italia. Ci è riuscita. Benitez, Sarri, Ancelotti? Sarri avrebbe fatto divertire chiunque, a Napoli viene visto come un traditore, ma nessuno può dire che non ha fatto divertire il Napoli. Giocatori del Napoli? Ce ne sono tanti che mi piacciono, quelli che fanno divertire, Mertens, Insigne, tutti quelli che hanno qualcosa di spettacolare e infiammano il pubblico. Zona Champions e salvezza? Per la retrocessione è corsa a due, Benevento o Cagliari. Mentre per la zona Champions è tutta da decifrare, lo scontro diretto Juve-Milan può incidere. La squadra a rischio è proprio il Milan, l'Atalanta va a mille, la Juve ha grandi calciatori, peccato per il Napoli che ha perso punti contro il Cagliari, ma vedo i rossoneri sfavor