Brambati a TMW: "Milikovic-Savic può stare alla Juventus, lo scouting bianconero è peggiorato"

28.11.2022 20:30 di Martino Cozzi   vedi letture
Brambati a TMW: "Milikovic-Savic può stare alla Juventus, lo scouting bianconero è peggiorato"
TuttoJuve.com

Ospiti: Massimo Brambati, Marco Conterio, Marco Piccari e Stefano Salandin - Maracanà con Alessandro Sticozzi

Massimo Brambati è intervenuto ai microfoni di TMW Radio nel corso della trasmissione Maracanà.

Morata: ha fatto male la Juve a non tenerselo? E Milinkovic fa bene a puntarlo? 
"Su Morata dico che era già costato, oltre all'ingaggio, 10 milioni all'anno per il prestito. Era roba da cartellino, non da prestito, quindi credo sia stata fatta una scelta indirizzata dalle situazioni economiche, perché Allegri in realtà lo voleva. Hanno preferito spendere in un altro ruolo. Su Milinkovic-Savic dico che ho lavorato 8 anni alla Juve come osservatore e mi hanno insegnato a seguire un giocatore nella sua crescita. Mi è sempre stato detto che andava detto se è o meno da Juve. Per me è da Juventus, per quello che ho visto in questi anni alla Lazio. Quando la Lazio è riuscita a sottrarre alla Juve forte la Supercoppa, Milinkovic era dalla sua parte e giocò molto bene, quindi vuol dire che ci può stare alla Juve. Il ragazzo ha ancora oggi le stesse motivazioni alla Lazio? E' questa la domanda da porsi".

Manca un po' di scouting alla Juve nello scovare nuovi talenti?
"Per me è peggiorato. Paratici prima di andare via aveva messo sul suo taccuino il georgiano del Napoli. Mi chiedo: questo nome non poteva essere ripreso da Cherubini?".

Milan, si è sbagliato con Paquetà? Verrà aspettato ora De Ketelaere come Leao o Tonali?
"E' stato un errore del Milan. Che ora giochi nel Brasile non mi sorprende. Al Milan l'anno prima di Leao fu proposto a 3 milioni, l'anno dopo a 38. E la prima volta un personaggio disse che non era da Milan. Ho portato un allenatore di Serie A del Chievo Verona, non Delneri, a fargli vedere il video di Palacio e mi disse che non poteva giocare in Serie A. Anche Lewandowski fu proposto al Bologna e fu scartato".

Cosa deve fare la Fiorentina con Amrabat?
"A me è sempre piaciuto, c'è stato un errore tattico e di ruolo. Ha nelle sue qualità la lettura delle linee di passaggio avversarie, da grande interdittore. Credo che sia un giocatore da rinnovare assolutamente se la Fiorentina vuole fare qualcosa d'importante. Accanto a lui serve uno di qualità".

Questa Roma inferiore a quella di Fonseca?
"Per me quella aveva un'identità. Dico solo che ad oggi Mourinho mi sta deludendo, perché ho visto crescere poco la squadra. Mi sembra che non ci sia un grande gioco, si va avanti per inerzia. Vedo una squadra che gioca su spunti individuali. Lui bravo dal punto di vista dialettico e sposta tante opinioni, anche a seconda di quello che dice. ma per l'impatto sui giocatori gli darei 5,5".