Biasin: "Devo fare un'ammissione di colpevolezza, ho sempre pensato che Rabiot fosse un giocatore di qualità scadente"

24.11.2022 23:45 di Martino Cozzi   vedi letture
Biasin: "Devo fare un'ammissione di colpevolezza, ho sempre pensato che Rabiot fosse un giocatore di qualità scadente"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Intervenuto ai microfoni della tv di calciomercato.itFabrizio Biasin si è espresso così su Adrien Rabiot: "Devo fare un’ammissione di colpevolezza, adesso il calciatore sta giocando benissimo e tendenzialmente ha sempre fatto il titolare ovunque con Sarri, Allegri e nella sua nazionale. Sbagliavo evidentemente pensando che Rabiot fosse un giocatore di qualità scadente. Io premetto una cosa, per me nessun giocatore deve arrivare a guadagnare 10 milioni di euro in Italia, questo è davvero esagerato soprattutto se si tratta di un calciatore che gioca su buoni livelli per soli 3 mesi. Al contratto ci dobbiamo aggiungere i bonus al suo stipendio e i bonus anche all’agente, in questo caso la madre, e il tutto diventa davvero una sciocchezza”.

Poi si esprime così su Cristiano Ronaldo: "Ci sono due piani di ragionamento. Premessa, a me Ronaldo non sta simpatico. Io sono un giornalista e non posso parlare di antipatie e simpatie, devo valutare le cose per come sono. Mediaticamente c’è stata la tendenza di fargli pesare tutto addosso, dopo è anche lui che ama questo genere di situazioni. Nel Manchester United è stato messo ai margini, qui lui si carica a mille e riesce a caricare tutte le attenzioni sulla sua figura. Adesso voglio vedere se Ronaldo riesce a fare il vero Ronaldo, sono curioso se quella figura esiste ancora o siamo passati alla fase finale della sua carriera. Nel Portogallo non gioca da solo e se si fa dare una mano è un bene anche per lui, deve imparare a farsi dare una mano e questo lo deve accettare. Lui non è in grado di fare l’esterno, ora deve fare la grande punta e chiunque lo ingaggi gli chiederà questo compito e se non lo capisce lui finirà prima la sua carriera”.