Agostinelli a TMW Radio: "Allegri, posizione critica. Non si vede uno sbocco"

19.09.2022 17:00 di Alessandra Stefanelli   vedi letture
Agostinelli a TMW Radio: "Allegri, posizione critica. Non si vede uno sbocco"
TuttoJuve.com

Ospiti: Agostinelli:" La posizione di Allegri è sempre più critica. Il problema della Lazio e solo mentale." Bonanni:" Zaniolo usa molto le mani. La Lazio deve trovare continuità la qualità non manca." Garbo:" Napoli forte personalità. Reazione di Mourinho per scuotere la squadra." Impallomeni:" Milan e Napoli forti e mature. Non avrei tolto Abraham." - Maracanà con Marco Piccari

A commentare il momento della romane e non solo a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è stato mister Andrea Agostinelli.

Che ne pensa delle crisi di Allegri e Inzaghi?
"La posizione di Allegri è la più critica, non si vede uno sbocco. Non è un problema solo di risultati ma di gioco. Non ho mai visto la Juventus così male. Inzaghi è in un momento un po' difficile, ha difficoltà perché subisce troppi gol ed è strano per una squadra come la sua. Gli do' però più chance".

Che indicazioni arrivano da Milano, con la vittoria del Napoli?
"Reputo che Inter, Milan e Napoli sono le candidate allo Scudetto. Per me potenzialmente l'Inter ci sta come squadra. Milan e Napoli sono un gradino superiore a tutte ora ma le distanze sono davvero minime. Stiamo attenti, è un campionato anomalo, i punti di distacco sono pochi per ora, anche viste le crisi in atto. Napoli ringiovanito, Milan già da un paio di stagioni molto giovane, sono piene di talenti".

Che succede alla Roma?
"La Roma non meritava di perdere. L'Atalanta però sta facendo una involuzione sul proprio gioco. C'è qualcosa di diverso rispetto all'Atalanta degli anni scorsi. Un'Atalanta così arrendevole non l'ho mai vista. Di solito ti fa male e ti concede, vedo però qualcosa di diverso, Per me non doveva far uscire Abraham, è stato un errore madornale".

Riscatto Lazio?
"Si diverte a giocare, il problema è solo ed esclusivamente nel tenere una continuità mentale nel campionato. E' stato sempre un problema, anche cambiati gli allenatori. La partita da recriminare è quella con la Samp, perché si è persa nel finale".