LIVE TORINO - Fassino premia i Campioni d'Italia. AGNELLI: "Gli Scudetti sono 31. La Champions un sogno e un'ambizione". Il Sindaco: "Successo Juve è anche quello della città"

15.05.2013 11:40 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LIVE TORINO - Fassino premia i Campioni d'Italia. AGNELLI: "Gli Scudetti sono 31. La Champions un sogno e un'ambizione". Il Sindaco: "Successo Juve è anche quello della città"

11:40 -  La cerimonia si chiude con le foto ricordo.

11:30 - A stuzzicare la reazione di Andrea Agnelli sul numero degli Scudetti bianconeri è stato il presidente del Consiglio comunale di Torino, Giovanni Maria Ferraris: "Ci congratuliamo per il suo 29° scudetto", l'esternazione che ha colpito nell'orgoglio il numero uno della società bianconera.

11:30 - Conte e Buffon consegnano a Fassino la maglia della Juventus autografata da tutti i giocatori: "Fassino 2"

11:25 - Le parole di Andrea Agnelli: "Signor presidente del Consiglio, Signor Sindaco, Signore e Signori: sono stati fatti due riferimenti e mi preme puntualizzare: è chiaro che le contabilità della passione sono diverse dalle contabilità ufficiali, quindi da parte non posso che rimarcare  quello che tutti noi juventini abbiamo nel cuore, gli Scudetti per noi sono 31. E d'altra parte, essendo in una sala istituzionale, il numero a cui si fa riferimento è quello degli albi ufficiali. Signor Sindaco, è vero che il rapporto con l'Europa è complesso, ci siamo andati vicini, però è anche giusto ricordare che due volte l'abbiamo portata casa. Quindi non solo ci siamo andati vicini. Ed è vero che quello rimane un sogno e noi tutti lavoreremo per coronare il sogno, perchè è nelle nostre ambizioni. Si è fatto anche riferimento a quello che è il rapporto con la città, quello che è il rapporto della famiglia. Ieri abbiamo appunto inaugurato la mostra, 90 anni, 'Il lunedì si parlava di calcio', che tocca il tema di quello che è il rapporto tra la Famiglia Agnelli e la Juventus. Non credo stia a me definire quello che è il rapporto tra la Famiglia Agnelli e questa città, un rapporto che arriva da lontano. Solo qualche mese fa ci siamo ritrovati in questa sala per ricordare il decennale della scomparsa dell'Avvocato. Quindi non credo spetti a me ricordare il rapporto tra la città e la Famiglia Agnelli. Quello che però posso dire, che è la mia esperienza personale, e chi mi conosce bene sa che non deve toccare due cose nel mio cuore: la Juventus e la città di Torino. Io sono profondamente legato a questa città, e ogni volta che posso cerco di portarla in alta, perchè sento veramente l'appartenenza a questa città. Quindi per me è un grandissimo onore rappresentare la Juventus nella sala del Consiglio oggi, davanti al Sindaco e al Presidente del Consiglio. E' celebre una una frase dell'Avvocato in passato: 'Forse uno dei fattori che ha aiutato la Juventus a diventare la squadra più tifata in Italia, è il fatto che al suo nome non avesse legato il nome di una città, permettendole automaticamente di non essere legata, e di raggiungere un gruppo che non deve sentirsi necessariamente legato ad un territorio. A me però piace ricordare l'opposto: che quando andiamo in Europa, quando si parla di Juventus, si parla di Juventus Turin, quindi si lega automaticamente quello che è il nome della squadra al nome della città. Quindi quello che per noi è importante è portare più in alto possibile il nome della nostra società che è comunque profondamente legato al nome della città. Poi da ultimo, quale che sia l'effetto, quale che sia la riconoscibilità, quando alla fine conquistiamo un trofeo, questo trofeo a Torino deve venire, quindi questo ci lega alla città. Si è parlato di un rapporto della città e di questa società. Io credo che la prima testimonianza, la più tangibile, sia essere stata la prima società in Italia ad aver costruito uno stadio di proprietà e questo non sarebbe potuto avvenire senza un grandissimo impegno anche della città, dell'amministrazione, dei funzionari, che comunque hanno lavorato con noi, negli anni che ci hanno portato alla costruzione dello stadio. E' un rapporto che prosegue, nei progetti di sviluppo abbiamo il progetto della Continassa, tanto dibattuto sia in queste aule che sui media, sia nei nostri uffici. Un progetto che ci porterà ad avere un vero polo di eccellenza accanto allo stadio, dove dovremo trasferire la sede e il centro di allenamento dei ragazzi, per poter trasformare nella cintura di Torino, a Vinovo, un centro di eccellenza legato ai giovani. Quindi il rapporto continua ed è sicuramente un rapporto proficuo. prima di terminare, chiederei al mister e al Capitano se si possono avvicinare al Sindaco, in quanto abbiamo un omaggio per il Sindaco. Ed è un omaggio veramente sentito".

11:20 - Parla il Sindaco Fassino: "Il successo della Juventus è  anche il successo della città, la sede della finale di Europa League del 2014, nonché la Capitale Europea dello Sport del 2015: attraverso le maglie bianconere, molta gente si è avvicinata alla nostra comunità. I successi e il ruolo di leadership che la Juventus ricopre nel calcio italiano e internazionale rappresentano un ottimo viatico per affrontare la grande sfida della Coppa Campioni, un traguardo a cui la Juve è arrivata spesso vicino".


11:13 - Inizia la cerimonia. 

11:02 - I bianconeri sono entrati in Comune. A breve inizierà la cerimonia. 

10:59 - Il pullman della Juventus ha parcheggiato davanti al Municipio, in Piazza Palazzo di Città, sotto una pioggia battente. 

10:49 -
Attesa la dirigenza: oltre al presidente Agnelli, ci saranno gli amministratori delegati Aldo Mazzia e Beppe Marotta, con il direttore sportivo Fabio Paratici.

10:45 - I bianconeri arrivano a bordo del pullman ufficiale della squadra a Palazzo di Città. 

10:42 - Il Sindaco Fassino consegnerà ai bianconeri una medaglia celebrativa per la conquista del secondo Scudetto consecutivo. Durante la cerimonia prenderanno la parola prima il Sindaco Piero Fassino, poi il presidente della Juventus, Andrea Agnelli. 

10:40 - Giornata piovosa a Torino. Si attende l'arrivo dei Campioni d'Italia in Municipio, in Piazza Palazzo di Città, nel cuore di Torino, a pochi passi da Piazza Castello e da Via Garibaldi.

10:35 - Stamattina alle ore 11, la Juventus Campione d’Italia sarà premiata nella sala del Consiglio Comunale di Torino dal sindaco e tifoso bianconero Piero Fassino. In questo modo le autorità comunali vogliono ringraziare la squadra bianconera per quanto fatto per la città. La cerimonia durerà un’ora circa e il club bianconero regalerà al Sindaco la nuova maglia con su scritto il suo nome.