LIVE TJ - CONTE presenta il derby d'Italia: "Nessuna squadra ha colmato il gap con la Juventus"

16.01.2021 13:56 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - CONTE presenta il derby d'Italia: "Nessuna squadra ha colmato il gap con la Juventus"
TuttoJuve.com

Antonio Conte parla in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Juventus. Le sue parole in diretta:

Che gara si aspetta? 
"Una partita tra due squadre che hanno l'ambizione di lottare per vincere e ottenere qualcosa di importante"

Che valore le dà?
""Ogni gara è importante, tutte mettono in palio i tre punti, inevitabile che la Juventus rappresenti un parametro di riferimento, perchè in questi anni ha stradomninato in Italia e quindi sicuramente una squadra quando vuole capire a che punto è, a che livello è, è inevitabile che oggi l'unico punto di riferimento in Italia può essere la Juventus".

Consideri la Juventus la grande favorita sia domani che per la vittoria dello Scudetto?
"Mi sembra di indicare un argomento.... ma io non voglio indicare favorite e non favorite. Noi dobbiamo avere grandissimo rispetto nei confronti di una squadra che ha dominato per 9 anni e vuole dominare per il decimo anno. Non è questione di favorito o non favorito, parliamo di rispetto ed è il minimo che noi possiamo avere nei confronti della Juventus per quello che ha dimostrato, per quello che ha fatto, soprattutto perchè negli anni passati non c'è stata proprio storia. noi stessi l'anno scorso abbiamo accorciato un po' a livello di punteggio nei loro confronti, speriamo anche quest'anno di poter fare la stessa cosa, anche mi ricordo di campionati passati in cui la Juventus dava 20-25 punti a tutti quanti. Sicuramente non era una bella cosa".

Parlavi di distacco degli anni passati, parlavi di Juventus come grattacielo. Sono passate quasi 50 partite  e l'Inter ha fatto più punti della Juventus. Ritieni il gap definitivamente colmato?
"Il gap che sia colmato con la Juventus, penso che nessuna squadra in Italia possa dire questo. Loro per 9 anni hanno praticamente dominato e hanno operato anche in una maniera importante, riuscendo sempre a cambiare, a volte a ringiovanire, a prendere giocatori di esperienza. Anche quest'anno in una struttura che ha sempre vinto metti Chiesa, Morata, McKennie, e me ne sto dimenticando uno importante, per il quale è stato fatto un investimento importante... Kulusevski, va dato atto che c'è un grande lavoro e che ogni cercano di migliorarsi. Quindi io non penso che in Italia....si è migliorati nei confronti degli anni passati, ma non c'è nessuna squadra in Italia che ha ridotto, annullato, il gap con la Juventus, sarebbe illusorio per tutti dire o pensare una cosa del genere. Però attraverso il lavoro sicuramente tante squadre stanno facendo delle cose importanti e si stanno avvicinando, cosa che non facevano negli anni passati".

Hai notato una crescita particolare nella tua squadra? E c'è un aspetto in cui c'è tanto da fare?
"Sul campo siamo cresciuti tanto in questo anno e mezzo. Possiamo e dobbiamo migliorare nel discorso della mentalità, della cattiveria agonistica, del 'sentire il sangue' per ammazzare sportivamente l'avversario. Fa parte di un percorso e questi ragazzi stanno lavorando tanto per migliorarsi a 360°".

C'è il rischio che Vidal possa andare fuori giri domani?
"Credo che Vidal abbia l'esperienza per affrontare la partita nella giusta maniera. Non stiamo parlando di un ragazzo alle prime armi, ha vinto tanto e giocato in club importanti. Per gli altri, come dicevo, è importante affrontare queste partite con la giusta pressione, riuscendo a tararla nella giusta maniera affinché sia utilizzata in maniera positiva e che non appesantisca gambe e cervello".

Pensa di ripetere l'esperimento Eriksen come regista?
"Ho portato un dato di fatto, come prima di me avevano fatto i dirigenti. Dobbiamo cercare di sfruttare tutto il potenziale della rosa: dietro a Brozovic non abbiamo un altro play, quindi stiamo impostando Christian cercando di tirargli fuori il meglio anche in quella posizione. Ha giocato da trequartista, interno e ora da regista: avere un calciatore che può ricoprire varie posizioni può essere utile".