LIVE TJ - ALLEGRI: "Bonucci gioca, Rugani riposa. Khedira ha pochissime chance di giocare la finale. Infortuni? Ne abbiamo parlato, dobbiamo lavorare e migliorare. Sul video di mia figlia..."

13.05.2016 11:54 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ - ALLEGRI: "Bonucci gioca, Rugani riposa. Khedira ha pochissime chance di giocare la finale. Infortuni? Ne abbiamo parlato, dobbiamo lavorare e migliorare. Sul video di mia figlia..."
© foto di Tuttojuve.com

Alla vigilia della gara contro la Sampdoria e a 8 giorni dalla finale di Coppa Italia contro il Milan, Massimiliano Allegri analizza il momento della sua squadra in conferenza stampa. Tuttojuve.com riporta integralmente e in tempo reale le sue dichiarazioni:

Se domani è una partita di prove anti-Milan, Bonucci andrà in panchina e vedremo una squadra simile a quella che vedremo in finale?
"Bonucci non va in panchina perchè Rugani ha giocato 11 partite e sarà pronto poi per essere a disposizione per la finale. Domani giocheranno sicuramente Bonucci, Barzagli e Chiellini, anche perchè domani Chiellini almeno un'ora la deve fare. Questi i tre di difesa. Poi Alex Sandro è squalificato e gioca Evra".

Quante volte questa settimana ha ricordato alla squadra di non ripetere la prestazione di Verona?
"L'ho ricordato solamente una volta perchè sono ragazzi intelligenti, che capiscono e che hanno capito che giocando delle partite del genere è quasi impossibile fare risultato. E' vero che dopo 26 partite con 25 vittorie e un pareggio, con lo Scudetto vinto, ci può stare una partita del genere, anche perchè è una cosa fisiologica. E ci fa anche bene, perchè così domani abbiamo l'obiettivo di finire bene il campionato, di festeggiare in casa con i nostri tifosi e soprattutto riprendere mentalmente il cammino verso la finale del 21".

Senza la sconfitta di Verona la festa di domani ci sarebbe stata?
"No, non ci sarebbe stata, perchè domani finiamo la partita alle 7 e poi ci saranno i festeggiamenti come l'anno scorso. L'anno scorso è stata la stessa cosa perchè abbiamo fatto i festeggiamenti allo stadio con i nostri tifosi".

E' vero che ti sei infuriato per quel video abbastanza innocuo con tua figlia protagonista?
"No, non mi sono mica infuriato. Direi che l'idea è stata geniale, l'intepretazione ha lasciato a desiderare. Diciamo che lei ha 21 anni e deve fare la studentessa".

Senza Bonucci, l'ultima volta ha giocato Barzagli centrale. L'ha convinta? Può essere la soluzione? O anche Rugani può essere impiegato lì?
"Al momento il centrale che può sostituire Bonucci è Barzagli, poi potremmo giocare anche a due, però abbiamo già giocato a tre con Barzagli, Rugani o Evra, o Chiellini. Barzagli anzi ha fatto una buona partita perchè è molto veloce nella consegna della palla, nella circolazione della palla, con caratteristiche diverse da Bonucci, perchè ha meno imbucate, però lo fa molto bene. Altrimenti possiamo giocare anche a due, dipende".

Domenica mattina vi allenate?
"Domenica mattina no. Il programma è: domenica riposo, lunedì allenamento, martedì mattina allenamento, mercoledì mattina allenamento, giovedì mattina allenamento, poi partiamo per Roma al pomeriggio. Venerdì mattina c'è la visita... saremo ricevuti dal Papa, poi faremo allenamento all'Olimpico e sabato sera giochiamo. Questo è il programma. Praticamente siamo arrivati a una settimana: sembra ieri che sia iniziata la stagione e siamo già arrivati alla fine anche quest'anno".

Voi fate qualcosa dopo lo stadio domani? Discoteca, ristorante, per festeggiare?
"Ci sarà sicuramente una cena tra di noi, non so dove sarà, se in un ristorante o una discoteca. Presto, non  è che si va a letto alle 5".§

Questa estate il primo acquisto deve essere un trequartista? Sì o no?
"No, stamattina sei determinato: cene, trequartista....sto scherzando. Il trequartista... alla Juventus devono arrivare giocatori di grande qualità, l'importante è che abbiano grandi qualità, poi che siano trequartisti, mezzale e o mediani davanti alla difesa in qualche modo poi li sistemo".

In porta ci sarà spazio ancora per Neto in vista della Finale? A centrocampo farai giocare ancora quelli che ha avuto meno possibilità tipo Pereyra?
"Pereyra domani dovrebbe essere della partita. Per quanto riguarda la porta, gioca Neto perchè giocherà la finale. Ed è giusto dargli un po' di partite. Ha giocato a Verona, domani farà la seconda e quindi gli farà bene per ritrovare un po' di misure, un po' di sicurezza in porta".

Come si immagina questa ipotetica Superlega e l'eventuale ruolo della Juve?
"Immaginanerselo è difficile, perchè poi cambierebbero tutti gli scenari, non so come saranno distribuiti i diritti televisivi, non sono che mi riguardano. Una cosa è che sicuramente sarebbe una grande Superlega con le più grandi, le più forti squadre dì'Europa e quindi bisognerebbe lottare per trovare un posto tra le grandi".

In regia giocherà Lemina o Hernanes?
"Hernanes domani, quindi praticamente vi ho dato tutta la formazione".

L'attacco?
"Domani dovrebbero giocare Dybala e Mandzukic. Morata sta bene. Quindi l'unico infortunato è Khedira, che ha pochissime probabilità di giocare la finale".

Visto che Khedira e Morata hanno avuto una ricaduta, c'è qualche errore da non ripetere nella prossima stagione? Gli infortuni hanno colpito soprattutto 3-4 giocatori. Da luglio vorrai rivedere qualcosa?
"Tra l'altro non più tardi di ieri siamo stati tutto il giorno a valutare l'andamento di questa stagione sugli infortuni. Gli infortuni quest'anno, rispetto all'anno scorso, sono un numero più elevato, ma soprattutto abbiamo avuto  delle problematiche sui polpacci, molto di più. Rispetto all'anno scorso, flessori, quadricipiti, sono stati allo stesso livello. La differenza quest'anno l'hanno fatta gli infortuni sui polpacci. Per quanto riguarda Khedira, è un soggetto che è sempre sottoposto a queste problematiche, quest'anno ha giocato 25 partite, di cui 20 in campionato, 4 in Champions e 1 in Coppa Italia, e ha avuto un buon rendimento perchè è un giocatore di spessore. E' normale che l'anno prossimo dovrà essere gestito meglio e sicuramente dopo due anni di inattività, io sono contento per quello che ha fatto. Morata ha preso un colpo all'ultima partita e quindi ha avuto un grosso ematoma che non gli ha permesso di essere a disposizione col Verona, ma è già due giorni che lavora con la squadra e quindi sarà a disposizione per domani e per la finale. Poi è normale che non tutti gli anni anni sono uguali, l'anno scorso siamo partiti un po' in ritardo, abbiamo avuto la Supercoppa nel mezzo, abbiamo avuto tre partite importanti per preparare la Supercoppa subito dopo una settimana di lavoro e quindi ci siamo presi dei rischi che purtroppo  hanno fatto sì che abbiamo avuto un numero maggiore di infortunati. Però dopo alla finebisogna calcolare i rischi per arrivare a vincere, perchè alla fine della stagione è inutile avere zero infortunati se arrivi terzo, secondo, quarto o quinto. Preferisco avere 20 infortunati e arrivare primo. Bisogna migliorare e lavorare su quello che è stato fatto quest'anno perchè a differenza dell'anno scorso, l'anno scorso  abbiamo fatto una preparazione completamente diversa e ci sono state sei settimane di lavoro".

Quanto c'è di casualità, sfortuna, preparazione che avete fatto?
"Quando vai a valutare gli infortuni ci devi mettere, ogni anno che passa i giocatori invecchiano un anno e c'è più usura; ci sono 50 partite, c'è lo stress mentale, ci sono le problematiche che ha un giocatore, magari un anno gli nasce un figlio, gli nascono due figli, quindi gli cambia la vita, c'è l'aspetto psicologico che è fondamentale. Oltretutto  l'anno scorso il fatto di essere partiti una settimana dopo e di aver affrettato e concentrato il lavoro in poche settimane, ha alzato maggiormente i rischi. Però direi che quest'anno dobbiamo fare diversamente, ma ciò non toglie che la casualità e tutti i fattori che ho elencato prima, fanno sì che ci siano degli infortunati, che ci saranno sempre. Poi tra l'altro, dal numero degli infortuni che abbiamo avuto, rispetto all'anno scorso gli infortunati hanno saltato meno partite. Perchè dopo quello che conta è che l'allenatore abbia a disposizione giocatori  per la partita. Poi se saltano tre giorni di allenamento, se hanno un problema al polpaccio, saltano tre giorni, ma poi giocano la domenica, l'importante è che giochi la domenica. Come numero assoluto, quest'anno, rispetto all'anno scorso, i giocatori sono stati più a disposizione per le partite e qualcuno meno a disposizione per gli allenamenti".

Considerato che Marchisio non c'è e Khedira ci ha fatto capire che non ci sarà, Pogba sta bene e va preservato? Va messo in una teca?
"Si deve allenare. Pogba gioca, altrimenti perdiamo il ritmo della partita. Poi io sono molto fatalista, se deve succedere, succede domani, dopodomani. Quelli che devono giocare devono giocare perchè poi abbiamo la partita del 21 già dopo un mese che praticamente abbiamo vinto il campionato... abbiamo fatto la prima col Carpi e già era l'anticamera di Verona, perchè il Carpi è stata l'anticamera di Verona, perchè dopo vinci e va bene, ma il Carpi ha tirato dieci volte in porta, quindici volte in porta, cosa che a noi non è mai capitata. A Verona siamo entrati in camera, ora cerchiamo di uscire dalla camera, cerchiamo di giocare una buona partita e finire nel migliore dei modi domani, che è una questione mentale. Più stacchi e peggio è, soprattutto in questo momento".(redazione Tuttojuve.com).

CLICCATE F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA
RIPRODUZIONE CONSENTITA SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.TUTTOJUVE.COM