LIVE - SARRI IN CONFERENZA: "Rigore clamoroso e ce n'era anche un altro su Cuadrado. Polemica con Poste Italiane ridicola. Futuro Buffon? Dipende da lui"

13.02.2020 23:49 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE - SARRI IN CONFERENZA: "Rigore clamoroso e ce n'era anche un altro su Cuadrado. Polemica con Poste Italiane ridicola. Futuro Buffon? Dipende da lui"

Maurizio Sarri ha analizzato il pari di San Siro in conferenza stampa. Ecco quanto raccolto da Tmw:

Momento di difficoltà nel gioco della squadra?
"Stasera nel primo tempo siamo usciti bene da dietro nonostante la pressione degli avversari, a tratti portiamo troppo la palla invece di farla viaggiare. Abbiamo lasciato Ronaldo troppo solo, ho rivisto la tendenza a impostare da dietro in maniera più pulita e lineare".

Avvantaggiato dall'arbitro?
"C'era anche rigore su Cuadrado dieci minuti prima. Il rigore è clamoroso perchè c'è un braccio staccato, poi se ti dico che le norme attuali non mi piacciono, ma se le regole sono queste è rigore".

La rosa?
"Siamo abbastanza ridotti a causa degli infortuni, speriamo di recuperarli più velocemente possibile, forse Bernardeschi, Chiellini Khedira e Demiral arrivano da interventi".

Polemica con Poste Italiane?
"Non è mancanza di rispetto nei confronti dei lavoratori, io vengo da una famiglia di operai e sono orgoglioso di esserlo. E' una storia ridicola e non voglio nemmeno commentarla. Le battute non le faccio più perchè non voglio mettere in difficoltà il marchio Juve, è una battuta che facciamo tutti al bar."

Problema in attacco?
"E' solo un momento, stasera abbiamo ritrovato il palleggio poi non accompagnavamo e Ronaldo è rimasto isolato".

Cosa ci è mancato?
Non abbiamo fatto seguire una buona costruzione del gioco da dietro, un buon accompagnamento dei centrocampisti. Così gli attaccanti si sono trovati isolati, dobbiamo servire di più Ronaldo e visto che lui sta bene non ha problemi a fare gol".

Buffon rinnova?
"Conoscendo il rapporto che Buffon ha con la Juve penso che dipenderà dalla sua decisione. Lui ha ancora entusiasmo e continuità, fa prestazioni di buon livelli, dipende da come si sentirà lui tra un paio di mesi, la scelta è sua".