ESCLUSIVA TJ - Marcelo Estigarribia: "Juve, servono tre giocatori per vincere la Champions. Allegri deve rimanere, Conte sostituto ideale. Sulla partita con l'Atalanta..."

16.05.2019 14:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Ninni/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Marcelo Estigarribia: "Juve, servono tre giocatori per vincere la Champions. Allegri deve rimanere, Conte sostituto ideale. Sulla partita con l'Atalanta..."

"Ero sicuro dello scudetto che non è mai facile vincere, però il primo obiettivo doveva essere la Champions. E' stato un grosso dispiacere vedere uscire la Juventus contro l'Ajax". C'è un po' di delusione nella voce di Marcelo Estigarribia, ex bianconero del primo titolo targato Conte nel 2011/2012 ed attuale centrocampista del Colon di Santa Fe, che ai microfoni di TuttoJuve.com ha commentato in esclusiva il momento in casa bianconera:

Che cosa hai pensato quando hai visto la Juventus uscire contro l'Ajax?

"E' stato molto strano, non me lo aspettavo. Con la rosa a disposizione, immaginavo più tranquillità nell'affrontare il quarto di finale. E nonostante la buona gara giocata in Olanda, la Juventus non è riuscita a battere l'Ajax in casa. Ho visto una squadra che non stava bene fisicamente, a parte Ronaldo è mancato il singolo che non ha fatto la differenza. Nella passata stagione c'erano Dybala e Douglas Costa a venir fuori nei momenti negativi, quest'anno a parte il portoghese non c'è stato nessuno".

Che voto vuoi dare alla Juventus in questa stagione? Ha vinto il 50% dei titoli perdendo, come abbiamo già detto, Champions e Coppa Italia.

"Non dobbiamo affatto sminuire i due titoli vinti in campo italiano, però ciò su cui contavano i tifosi bianconeri era vincere in Champions League. E' stata una stagione al limite della normalità, il voto che assegno ai bianconeri è un bel sette".

Per vincere la Champions, a tuo parere, mancano quattro o cinque giocatori?

"No, a mio avviso servono tre giocatori per vincere in Europa perché la rosa è ben assortita. A questa Juventus manca un regista come lo era Andrea Pirlo ai miei tempi, anche perché quest'anno ci sono stati parecchi infortuni a centrocampo che hanno parecchio condizionato l'esito della stagione. Oltre a quel profilo, io acquisterei un terzino destro che possa aiutare Leo (Spinazzola) e De Sciglio che hanno avuto problemi fisici. Volendo servirebbe anche un incursore a metà campo, ma la società si è già premunita acquistando Ramsey. Il gallese potrebbe garantire gli stessi gol di Vidal e Marchisio".

Quindi cederesti Cancelo al Manchester City?

"Ha avuto un po' di sfortuna perché spesso è stato infortunato, ha fatto fatica a rientrare in condizione e non è stata la stessa stagione dello scorso anno a livello di continuità. Come dicevo la rosa è ben assortita, ho sentito diverse voci che vorrebbero Paulo Dybala lontano da Torino e spero che questo non accada. Voglio rivedere lo stesso Paulo dello scorso anno".

E' in corso in queste ore il summit tra il presidente Agnelli e il mister Allegri per capire quale sarà il futuro di quest'ultimo. Che idea hai a proposito?

"Mister Allegri sta facendo benissimo e mi auguro possa ancora sedere sulla panchina della Juventus. Deve continuare sulla strada già intrapresa, perché l'obiettivo principale rimane sempre la Champions League. Il prossimo anno, i bianconeri avranno ancora la possibilità di lottare ad armi pari contro tutte le big europee".

Il tuo ex compagno di squadra Claudio Marchisio, intervistato da Tuttosport, a domanda specifica rispondeva di voler vedere Klopp sulla panchina della Juventus. E il tuo allenatore ideale, nel caso in cui dovesse andar via Allegri, chi sarebbe? Potrebbe essere nuovamente Antonio Conte?

"Mister Antonio ha il dna bianconero e conosce benissimo l'ambiente. Ci sono tanti profili giusti che potrebbero allenare la Juve, ma lui sarebbe il sostituto ideale per sostituire Allegri e continuare, così, quanto aveva iniziato diversi anni fa".

Non mi hai parlato del terzo, che intuisco sia un attaccante. Allora provo a farti tre nomi: Coutinho, Alexis o Chiesa. Chi ti piacerebbe vedere in bianconero?

"Credo che l'unico sia Coutinho, giocatore fortissimo così come lo è Alexis Sanchez. Il brasiliano, a differenza del cileno che si è spesso infortunato, lo trovo adatto a poter dare una mano a questa Juventus. Chiesa, invece, lo vedo simile a Bernardeschi. Non sarebbe il profilo giusto per il club".

E parlando di difensori, chi potrebbe essere il sostituto di Barzagli?

"Andrea ha fatto una carriera fantastica e mi dispiace moltissimo che abbandona il calcio, è un grande professionista. La Juve mi auguro sceglierà un grande centrale d'esperienza, un profilo più alla Manolas che alla De Ligt".

Che partita sarà Juventus-Atalanta? Credi che l'Atalanta risentirà della sconfitta patita in Coppa Italia?

"All'Atalanta vanno i miei complimenti per la grande stagione che sta giocando, purtroppo la finale di Coppa Italia non è riuscita a vincerla ma la stagione può ancora svoltare visto che sono in corsa per la Champions. Non sarà facile per loro giocare all'Allianz Stadium, potrebbe bastare anche un punto e poi chiudere il discorso qualificazione contro il Sassuolo nell'ultima giornata. Per la società e i suoi interpreti sarebbe fantastico raggiungere questo traguardo. La Juventus vorrà fare bella figura davanti al suo pubblico e giocherà per vincere".

A tuo parere sarà pareggio, ma con che risultato?

"1-1, ma non segna Ronaldo (sorride ndr). Dico Chiellini e Gomez".

Si ringrazia Marcelo Estigarribia per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.