ESCLUSIVA TJ - Calderón esalta CR7: "Altro clamoroso successo nella sua carriera, vive per serate come queste". E su Higuain: "Nutro grande affetto, confido in lui"

06.08.2020 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Calderón esalta CR7: "Altro clamoroso successo nella sua carriera, vive per serate come queste". E su Higuain: "Nutro grande affetto, confido in lui"

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex presidente del Real Madrid che fu l'artefice dell'acquisizione di Cristiano Ronaldo, Ramón Calderón Ramos, per parlare del fenomeno portoghese e non solo:

35 anni e 35 gol stagionali: Cristiano non vuole sapere come smettere di segnare ed essere grande. Come giudica la sua stagione?

"E' straordinario senza ombra di dubbio, forse anche un po' prevedibile perché conosco bene le sue qualità fisiche, tecniche e il suo talento. E' un altro clamoroso successo nella sua carriera, perché era evidente che quando lasciò il Real Madrid era in ottima forma e poteva giocare, ai massimi livelli, altri 5 o 6 anni. È un giocatore che si è preso molta cura della sua forma fisica e la sua età biologica non corrisponde a quella mostrata quotidianamente sul campo di gioco".

La Champions League è il suo terreno di caccia preferito. Farà quello che ha fatto l'anno scorso e sarà il protagonista indiscusso nella rimonta col Lione?

"Non sarà una partita facile per la Juve, perché il risultato dell'andata non è affatto buono. E subire un goal complicherebbe ancor di più e cose, ma la situazione dell'anno scorso era peggiore ed è stata in grado di superarla. Questa è una di quelle partite in cui i grandi giocatori escono fortemente motivati ​​e focalizzati. Ed è in situazioni difficili che i geni come Cristiano, che vive per serate del genere, dimostrano il loro talento calcistico e si esaltano alla massima potenza".

Lione, che nel 2010 ha eliminato lui e Higuaín agli ottavi di finale. Anche Gonzalo potrà far bene domani sera?

"Mi piacerebbe che fosse così. Come ho già detto in altre occasioni, ho un grande affetto per Gonzalo che ho portato al Real Madrid a soli 18 anni. Ha presto vinto il titolo, si è guadagnato il rispetto dei nostri tifosi ed è stato decisivo per noi vincendo due campionati consecutivi. Un grande giocatore, un professionista straordinario e una persona magnifica".

Dalla Francia hanno scritto di un Cristiano insoddisfatto e infelice alla Juventus, pronto per andare al PSG lo scorso gennaio. Conoscendo bene CR7, quanto crede in questa versione?

"Non posso commentare perché non conosco l'attuale situazione di Cristiano alla Juve e le sue intenzioni per il futuro prossimo. Qualunque sia la sua decisione, gli auguro tutto il meglio".

Juventus-Real Madrid saranno i quarti di finale che si giocheranno il 15 agosto? E chi passerebbe il turno?

Sarebbe un'ottima notizia perché significherebbe che avremmo recuperato lo svantaggio contro il Manchester City. Ovviamente il mio cuore sarebbe con il Real, sarebbe una grande gioia vedere la mia squadra in semifinale. Sarebbe, senza dubbio, una grande partita di calcio tra due squadre leggendarie, ricche di storia, con molti titoli nelle loro bacheche e che ci permetterebbe di vedere sul campo molti dei migliori giocatori del continente. Emozione e buon calcio sarebbero assicurati. Un vero peccato è non vedere le persone sugli spalti, serate così vengono valorizzate anche per merito loro".

Si ringrazia Ramón Calderón Ramos per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.