ARTHUR, COSì NON VA, I TEMPI DI FRINGS SONO PASSATI!

24.05.2020 06:45 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ARTHUR, COSì NON VA, I TEMPI DI FRINGS SONO PASSATI!

Il 10 maggio 2007 i quotidiani aprivano cosi, Frings: "Non vengo più alla Juve". Torsten Frings ha detto no alla Juventus. Preferisce il Werder Brema e ha prolungato fino al 2011 il contratto che scadeva nel 2008. Frings ha spiegato: «Avevo un'offerta molto interessante dalla Juventus, ma ho capito che il Werder è la squadra che amo».

Ne è passata di acqua sotto i ponti dal 2007 e la Juventus è cresciuta diventando una delle formazioni più forti in Europa, recuperando posizioni nel ranking europeo ed aggiungendo Cristiano Ronaldo che da solo rappresenta un'attrattiva per qualsiasi calciatori.

IL MISTERO ARTHUR - ecco che appare misteriosa, oggi la posizione di Arthur Melo, in predicato di sbarcare a Torino in un potenziale scambio con Miralem Pjanic. Il brasiliano, infatti, continua a mantenere una posizione abbastanza incerta non prendendo una posizione chiara sul fatto che voglia o meno venire a Torino.

PRENDERE O LASCIARE - la Juventus, oggi deve mettere il calciatore nella classica posizione spalle al muro, prendere o lasciare, decidere rapidamente se vuole o meno venire a Torino, non ci sono alternative o tentennamenti. Se vuole la Juventus, deve dirlo, se non la vuole, nessuno si fascerà la testa, come non se l'è fasciata per Torsten Frings quando decise di non venire a Torino.

I bianconeri devono prendere solo giocatori motivati e pienamente convinti della scelta, prendere una vedova del Barcellona pronto a rimpiangere il sole spagnolo non serve a nessuno.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve