L'"INTRUSO" - SARRI SPIEGA TUTTO E NON HA FRETTA

18.09.2019 17:56 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
L'"INTRUSO" - SARRI SPIEGA TUTTO E NON HA FRETTA

Maurizio Sarri spiega tutto, tranquillo, pacato, un po’ diverso da altr volte, più in stile Juve, sicuramente non ha voglia di scendere in polemiche con Antonio Conte ed esce di scena in modo molto signorile: “Non penso niente, perché alla base penso che a Conte sia stato riferito qualcosa di errato. Io ho fatto un commento su una cosa che riguardava noi, ossia la differenza tra la Juve di Napoli e quella della Fiorentina e ho detto che in questo momento c'è differenza tra giocare alle 9 e alle 15. Mi riferivo alle partite nostre, non ho tirato in ballo nessuno e se Antonio ha risposto qualcosa è perché gli è stato riferito qualcosa di errato.”.

Sarri si è spiegato ed ha fatto capire che le sue non erano accuse, ma una semplice analisi riferita alla propria squadra. La risposta che Sarri non ha voluto commentare, però non era affatto pacata, ma il tecnico bianconero ha preferito glissare per non dare il fianco a Conte che sicuramente tornerà alla carica. 

SARRI DIFENDE I SUOI - Maurizio Sarri, comunque, difende i suoi, a partire da Khedira e Matuidi: “Non vorrei questi due giocatori fossero sottovalutati. Khedira è un giocatore globale, che si può inserire, che può palleggiare. La storia di Matuidi, che è campione del mondo in carica, ci parla di un grande giocatore. Abbiamo dietro giocatori che magari dal punto di vista del palleggio ci danno qualcosa in più, ma dobbiamo aspettare che siano pronti perché hanno una storia particolare negli ultimi mesi. Lo stesso Khedira ce l'ha, che ha giocato 90 minuti per la prima volta in 8 mesi, Ramsey l'ultima l'ha giocata a marzo e Rabiot non gioca da sei mesi. Sono giocatori da recuperare, li sto vedendo crescere bene in allenamento. Abbiamo sia spada che fioretto a centrocampo, possiamo sparare di tutto.

SENZA FRETTA - il tecnico bianconero vuole dare alla sua squadra una fisionomia quanto più possibile certa, per questo non sono previsti tantissimi cambi: “In questo momento la mia sensazione è che la squadra non sia ancora pronta a una rotazione completa. Quindi è un periodo in cui bisogna fare molta attenzione perché i giocatori vanno messi nelle migliori condizioni e non metterli in difficoltà. Vediamo quello che possiamo fare domani e vediamo le condizioni di tutti domani e vediamo". 

Sarri vuole mettere la squadra a suo agio e nessuno in difficoltà, un progetto finalizzato a migliorare la squadra e cercare di fare meglio della Juventus lo scorso anno al Wanda Metropolitano. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve